• Google+
  • Commenta
10 marzo 2006

L’anno di Totò

Salvatore “Totò” Perugini è nato a Benevento il 6 marzo di 28 anni fa, dove ha visto e toccato per la prima volta una palla ovale: da allora non l

Salvatore “Totò” Perugini è nato a Benevento il 6 marzo di 28 anni fa, dove ha visto e toccato per la prima volta una palla ovale: da allora non l’ha mai più lasciata. Un ragazzone da un metro e ottanta per 110 chilogrammi, che pochi giorni fa ha festeggiato il suo compleanno assieme a tutta la squadra a “La Borghesiana”, sede della nazionale italiana di rugby per quanto riguarda i raduni.
Dicevamo di Toto’, un piccolo uomo che ha iniziato a muovere i primi passi su di un campo di rugby grazie alla squadra del Santa Maria Capua a Vetere, per poi trasferirsi “in toto” – scusate il gioco di parole – all’Aquila, dove è cresciuto in tutti i sensi.
Ora Salvatore è titolare della nazionale azzurra che sta affrontando le squadre più forti d’Europa nello storico ed affascinante “Torneo delle Sei Nazioni”, e sta regalando al pubblico italiano delle grandi prestazioni. Presente nel giro della nazionale maggiore dall’anno 2000, ha totalizzato finora 20 presenze, di cui 8 da titolare e 12 da riserva; e proprio da riserva si fece conoscere, quando esordì a Dublino il 4 marzo del 2000 subentrando nel secondo tempo al pilone Paoletti. Da allora Totò è cresciuto davvero tanto tecnicamente, come del resto l’intero mondo ovale italiano, e in questi ultimi mesi sta raggiunto l’apice della sua carriera.
Campione d’Italia in carica con la maglia del Calvisano, e messi da parte finalmente gli acciacchi alla schiena e alle caviglie, Salvatore ha iniziato alla grande questa stagione impressionando il nuovo tecnico della nazionale Pierre Berbizier, tanto da farlo scommettere su di lui e inserendolo nel quindici titolare già dall’esordio nell’edizione ’06 del Six Nations.
L’unico rammarico del grande “Totò”, è non aver ancora realizzato una meta con la maglia della nazionale in questi sei lunghi anni di presenze. Che sarà la volta buona proprio in uno degli ultimi due match rimanenti del Sei Nazioni?

Google+
© Riproduzione Riservata