• Google+
  • Commenta
14 marzo 2006

Quelli che la notte prima…

V’è chi vi ha dedicato una canzone; v’è chi vi ha tratto un film.
Le ore notturne che precedono una prova d’esame sono da sempre considerate un V’è chi vi ha dedicato una canzone; v’è chi vi ha tratto un film.
Le ore notturne che precedono una prova d’esame sono da sempre considerate un momento topico, prepotentemente entrato nell’immaginario collettivo.
Un susseguirsi di emozioni. Un susseguirsi anche di rituali, i quali, di volta in volta, hanno assunto una connotazione quasi scaramantica.
E lo scandire del tempo anteriore alla convocazione d’esame divide il numeroso popolo studentesco tra Goliardici e Gravi, senza moderazione.
Da un’indagine condotta da COFIMP (Business School di Bologna), su un campione di mille studenti universitari, è stata delineata un’immagine interessante delle nuove generazioni.
Il 38% dei ragazzi e il 44% delle ragazze preferiscono sfruttare le ultime dodici ore prima dell’esame concentrandosi sulle “sudatissime carte”, circondati da fiumi di caffeina e fumi di nicotina. Alternando ansia ad ansiolitici!
Eppure “gli studenti – modello” non raggiungono la maggioranza degli intervistati; i piu’, infatti, decidono al contrario di rilassarsi, per sentirsi più caricati l’indomani.
Le attività ludiche non accomunano i due sessi. Per i maschi il miglior anti-stress è la Cannabis; ha dichiarato di farne uso ben il 25%, mentre tra le femmine il 15%. C’è poi anche chi prende alla lettera il verbo “riposare” e va a letto presto (il 17% dei ragazzi) e magari recitando preghiere invocanti un miracolo ( 4% dei ragazzi).
Le ragazze invece si distendono ascoltando musica o guardando un film (17%) mentre il 12% afferma di alleggerire la tensione facendo l’amore. Invero, secondo autorevoli pareri medici, l’atto sessuale funge da ottimo ansiolitico.
Sotto l’aspetto organico, durante l’amplesso si producono scariche di dopamina e serotonina, neurotrasmettitori che hanno un’elevata funzione rilassante. Sotto l’aspetto psicologico, Intimità, Tenerezza, Piacere hanno un forte impatto emotivo.
Tuttavia da codesto studio bolognese emerge un dato particolare, cioè che soltanto le ragazze annoverano il sesso quale “metodo pre-esame”.

Google+
© Riproduzione Riservata