• Google+
  • Commenta
14 marzo 2006

Sdc e Rai: un master per la Radio

Nella bellissima sede di via Asiago 10, il 6 marzo scorso alle ore 12, i maggiori rappresentanti di RadioRai e di Scienze della Comunicazione hanno prNella bellissima sede di via Asiago 10, il 6 marzo scorso alle ore 12, i maggiori rappresentanti di RadioRai e di Scienze della Comunicazione hanno presentato la prima edizione del “Master in Linguaggi, produzione e marketing della Radio”. Nella sala A di RadioRai sono giunti per la conferenza: il Preside Mario Morcellini, che nel suo intervento iniziale ha posto l’accento sull’ “eccezionalità” ed “irripetibilità” dell’evento, parole del Professore, e sull’opportunità che hanno i corsisti di entrare in contatto direttamente con l’azienda e con chi lavora alla radio da moltissimo tempo; il microfono è passato poi nelle mani di Francesco De Domenico, il responsabile della produzione di RadioRai, che ha preso subito dopo la parola presentando il master come una occasione vera che hanno i corsisti di poter entrare direttamente nel luogo dove si crea, anche artigianalmente, la radio -che ha definito nel suo “mainstreaming” e nelle nuove tecnologie come “l’I-pod” con la quale la radio è entrata in contatto negli ultimi tempi, presentando le stime di quanti download di programmi radiofonici siano stati scaricati-, di seguito ha consigliato vivamente agli utenti del master, di dimenticare molte cose studiate nei banchi degli atenei, citando direttamente e aggiungendo in primis Mcluan, e di avere, invece, molta voglia di imparare dai professionisti di immergersi direttamente alla fonte. Le parole, che più hanno dato la carica ai corsisti, sono state sicuramente quelle della sempre spumeggiante Federica Gentile, anche lei futura insegnante del corso, che con il suo brio e la sua verve ha sicuramente smosso gli animi degli studenti, con l’augurio di poter entrare a far parte del mondo della Radio, che a lei ha dato moltissimo. E’ intervenuto anche Sergio Valzania, il direttore dei programmi di RadioRai, che ha consigliato ai corsisti di frequentare le lezioni, assicurandoli che durante questo master verranno sicuramente preparati al meglio, che piuttosto in corsi universitari post-laurea tenuti nelle aule degli atenei. Una pietra miliare della televisione e della Radio, Enrico Vaime, è intervenuto riportando tutto all’artigianalità della sua esperienza nel mondo della televisione e della radio, con alcuni degli esempi di vita vissuta, ha raccontato alcuni aneddoti della sua esperienza di “bottega”, e di quella che continua ad essere da 25 anni la sua trasmissione radiofonica “Black Out”. Al termine della conferenza i corsisti sono stati invitati a prendere parte alla trasmissione di Fiorello “Viva Radio2”, esperienza che sicuramente ha divertito ed entusiasmato, infine hanno partecipato al programma radiofonico di Marino Sinibaldi “Fahrenheit”.

Google+
© Riproduzione Riservata