• Google+
  • Commenta
27 marzo 2006

Trento: la teatralità, dal testo allo spettacolo

Quali sono i passaggi che compie un drammaturgo dal momento in cui progetta un’opera teatrale a quello in cui la rappresenta? È questo il nucleo tematQuali sono i passaggi che compie un drammaturgo dal momento in cui progetta un’opera teatrale a quello in cui la rappresenta? È questo il nucleo tematico attorno al quale si svilupperà il seminario che si terrà martedì 28 marzo, con inizio alle 12, presso la Sala Manci del Teatro Sociale di Trento (via Oss Mazzurana 19, secondo piano).
Atteso ospite e relatore della conferenza, promossa dal Dipartimento di Studi letterari, linguistici e filologici, dalla Scuola di Dottorato in Letterature comparate e Studi linguistici e dal Corso di Studio in Lingue e Letterature moderne, sarà José Luis Alonso de Santos, uno dei maggiori drammaturghi della Spagna contemporanea e docente alla Real Escuela Superior de Arte Dramático di Madrid.
Su invito di Pietro Taravacci, docente di Letteratura spagnola alla Facoltà di Lettere e coordinatore di un ciclo di incontri promossi dall’Instituto Cervantes e dall’Università La Sapienza di Roma, il professor de Santos porterà la propria testimonianza di uomo di teatro a tutto tondo: autore di una trentina di opere (scritte dal 1975 ad oggi) – con grande successo sia di pubblico che di critica – attore, regista teatrale, docente di scrittura teatrale e di recitazione presso la Real Escuela Superior de Arte Dramático di Madrid, nonché critico teatrale fra i più completi. Alonso de Santos, che è stato oggetto di corsi di Letteratura spagnola presso l’ateneo trentino, aprirà al pubblico il suo ricchissimo “laboratorio drammaturgico”, descrivendo non solo quello che sta dietro le quinte, ma mostrando quanto affascinante e complesso sia l’itinerario compiuto dall’opera teatrale, dal suo primo stadio di idea al formarsi della trama, per approdare alla messinscena, all’arte dello spettacolo vero e proprio, che vive sempre d’una relazione autentica e tangibile con il pubblico.
Al termine del seminario, che si rivolge in primo luogo agli studenti del Corso di Laurea in Lingue e Letterature moderne, ai dottorandi in Letterature comparate e ai partecipanti al Laboratorio teatrale coordinato dal Centro Servizi Culturali S. Chiara, Margarita Piñero, docente della Real Academia de Arte Dramático de Madrid e autrice di una densissima monografia sulla produzione del drammaturgo, presiederà una tavola rotonda con la partecipazione degli studenti e di chiunque intenda approfondire gli argomenti oggetto di dibattito.
José Luis Alonso de Santos
José Luis Alonso de Santos, non solo è uno dei più rappresentativi drammaturghi della Spagna contemporanea, ma anche un artista che ha vissuto il teatro nella sua totalità, come attore, regista, docente della Real Escuela Superior de Arte Dramático di Madrid, nonché come teorico (La escritura dramática, 1999). Dopo una lunga esperienza nel teatro “indipendente”, si è imposto nel panorama del teatro “popolare”, distinguendosi per la sua acuta osservazione della società, per la sua scrittura insieme umoristica e lirica. Autore di una trentina di opere teatrali (alcune delle quali adattate cinematograficamente), Alonso de Santos annovera grandi successi come El álbum familiar, Bajarse al moro, La estanquera de Vallecas, La sombra del Tenorio, Yonquis y Yanquis, tradotti in molte lingue. Ha ricevuto numerosi premi tra i quali il Tirso de Molina, il Nacional de Teatro, il Mayte e l’Aguilar.

Google+
© Riproduzione Riservata