• Google+
  • Commenta
27 marzo 2006

Trieste: uno stage a ritmo reggae

L’Università di Trieste incontra “Sunsplash 2006”, il festival reggae che colorerà anche quest’anno il Parco del Rivellino della citt&agL’Università di Trieste incontra “Sunsplash 2006”, il festival reggae che colorerà anche quest’anno il Parco del Rivellino della città di Osoppo (UD), dal 7 al 15 luglio. Un salto di qualità per quanto riguarda le proposte formative dell’Ateneo giuliano, un progetto stimabile per la sua originalità.
Per chi non lo sapesse, il “Rototom Sunsplash” è il reggae-festival italiano per eccellenza, un appuntamento rinomato in tutta Europa per gli appassionati del genere, fucina multiculturale di arte e musica.
L’Università degli Studi di Trieste ha recentemente stretto un accordo con gli organizzatori della manifestazione, un’interessante iniziativa, che consentirà a tutti gli studenti di Scienze della Comunicazione e della Scuola Superiore di Lingue Moderne di partecipare a brevi stage.
Decisamente interessanti le esperienze lavorative proposte. In tutto sono nove i laboratori previsti: “Infopoint”, “Internet point”, “Sunsplash tv”, “Sunny”, “Fotogiornalismo”, “Ufficio produzione”, “Media office”, “Progettazione grafica” e “Traduttori e interpreti”.
Ma quali sono le caratteristiche richieste agli studenti? Gli organizzatori cercano ragazzi volenterosi, con spiccate capacità comunicative e forte predisposizione ai rapporti con il pubblico. Vediamo nel dettaglio la natura degli stage proposti.
“Sunny” è il progetto editoriale del festival, giornale in versione bilingue italiano-inglese, veicolo informativo per tutto quanto avviene, è avvenuto e sta per avvenire nel Parco del Rivellino. “Sunsplash tv” è la produzione televisiva della manifestazione, il cui palinsesto è trasmesso in diretta televisiva sul satellite (canale Sky 863) ed in streaming sulla rete web.
Per gli studenti appassionati di fotografia, il laboratorio editoriale di fotogiornalismo. Poi, altri due stage, presso l’Ufficio Produzione ed il Media Office del festival. Al primo spetta il compito dell’organizzazione generale della manifestazione e del coordinamento dei servizi al pubblico, degli spettacoli e di tutte le attività proposte dal ricco programma degli avvenimenti; i partecipanti al secondo laboratorio gestiranno, invece, tutto ciò che concerne la comunicazione, scegliendo strategie, canali e modalità attraverso cui dare riverbero al festival, collaborando anche con i media internazionali. Non mancherà la cura dell’immagine: lo studio “Progettazione grafica” si occuperà proprio di questo.
Gli studenti della Scuola Superiore in Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori affiancheranno i traduttori professionisti, dando loro un supporto nella produzione dei materiali e delle comunicazioni rivolte al pubblico straniero del festival. Profondamente eterogenee infatti, le culture presenti ogni anno al Sunsplash: il 2005 ha contato più di 150 mila presenze, di cui uno stimato 40 per cento di pubblico straniero proveniente da Slovenia, Croazia, Austria, Germania, Svizzera, Spagna, Portogallo, Ungheria, Repubblica Ceca, Danimarca, Svezia, Finlandia, Grecia e addirittura Russia.
Per saperne di più sugli stage del “Sunsplash 2006” basta navigare su www.rototomsunsplash.com, oppure contattare il responsabile dell’Ufficio tirocini della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Ateneo triestino, Alessandro Fontana (fontana@pug.univ.trieste.it – tel. 0404 558 3649) oppure la responsabile di quello della Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori, Edelweiss Molinari (emolinari@units.it – 040 558 2385).

Google+
© Riproduzione Riservata