• Google+
  • Commenta
3 aprile 2006

Alla Sapienza, Sociologia festeggia il suo maestro

Franco Ferrarotti, classe 1926, docente della prima cattedra di Sociologia in Italia, il 7 aprile compirà 80 anni. E l’evento non poteva passarFranco Ferrarotti, classe 1926, docente della prima cattedra di Sociologia in Italia, il 7 aprile compirà 80 anni. E l’evento non poteva passare di certo inosservato. La città di Roma e l’Università la Sapienza hanno ritenuto che fossero necessari ben tre giorni per i suoi festeggiamenti.
Si inizierà giovedì 6 con un concerto d’organo alla chiesa dei SS XII Apostoli. A dirigere sarà il maestro Federico Del Sordo, autore nel 1998 di una composizione dedicata allo stesso Ferrarotti, dal titolo “Re-cerca-re”. La mattina del 7 partirà invece il convegno organizzato dalla Sapienza e Roma Tre, Franco Ferrarotti, il pensiero e l’opera. All’ordine del giorno, naturalmente, il decano italiano della sociologia, e le sue riflessioni su capitalismo, lavoro e migrazioni, sulla memoria e il vissuto sociale, su religione e cultura, sulla ricerca qualitativa e sulle evoluzioni della città di Roma. Non mancheranno interventi illustri di noti esponenti della sociologia, italiani e stranieri. Sabato 8 aprile, la festa si sposterà in Campidoglio. Dopo il saluto del sindaco della capitale, Walter Veltroni, Giancarlo Santalmassi, presenterà Nelle fumose stanze. La stagione politica di un cane sciolto, ultimo libro di Ferrarotti. A concludere l’evento sarà un intervento del grande festeggiato.
Per chi non lo conosce, basterà dire che Franco Ferrarotti rappresenta, per la sociologia italiana, una sorta di papà adottivo. Non si allontana molto da quello che il più noto Maurizio Costanzo, ha fatto per i talk show di casa nostra. Non ha inventato la materia, ma ha contribuito in maniera inequivocabile a dargli forma, a declinare gli studi in Italia con un accento più preciso. Fondamentale in questo suo lavoro di modellamento e ridefinizione, è stata la rivista Quaderni di Sociologia. Fondata nel 1951 con l’amico Nicola Abbagnano, e in un periodo poco favorevole per gli studi sociologici. Il piano era ambizioso: definire il rapporto con altre discipline, prime fra tutte la filosofia, e sbloccare la ricerca, da una tradizione che rischiava il ristagno. La disciplina era per la prima volta presentata anche da un punto di vista pratico, come strumento per migliorare le attività sociali ed economiche.
La sua carriera è stata arricchita da numerosi riconoscimenti. Dal 2005 Ferrarotti è anche Cavaliere di Gran Croce.
Nessun dubbio, perciò, nel dire che i suoi 80 anni costituiscono un’occasione importante per tutto il mondo accademico. Ma anche un appuntamento aperto per curiosi, appassionati e futuri adepti.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy