• Google+
  • Commenta
11 aprile 2006

Bocconi: società di revisione, in Italia reputazione integra

Secondo una ricerca della Bocconi, 2/3 delle società clienti sono molto soddisfatte delle audit firm e il 60% ritiene che il servizio sia mig
Secondo una ricerca della Bocconi, 2/3 delle società clienti sono molto soddisfatte delle audit firm e il 60% ritiene che il servizio sia migliorato negli ultimi anni
Nonostante la crisi che negli ultimi anni ha attraversato il panorama economico-finanziario, le società di revisione in Italia hanno mantenuto un’alta reputazione fra le società clienti. E in cambio dell’elevata reputazione, le grandi audit firm ottengono un premio del 10% sulle fee rispetto al resto del mercato. Mentre con l’aumentare del profilo di rischio finanziario di un’impresa aumenta la probabilità che l’auditor sia di dimensioni minori..
Sono questi i risultati emersi da una ricerca dell’Università Bocconi che ha misurato la reputazione delle società di revisione presso i clienti e analizzato il differenziale di prezzo fra le società, nonché il cambio di auditor presso le società quotate. La ricerca, coordinata da Mara Cameran e Massimo Livatino, è stata condotta da docenti dell’IAFC, l’Istituto di amministrazione, finanza e controllo della Bocconi, e dell’Osservatorio di revisione della SDA Bocconi, con il finanziamento del MIUR e della Bocconi..
Con riferimento all’opinione sulle società di revisione, l’analisi è stata condotta nel 2004 presso 300 società clienti, di cui il 90% revisionata dalle quattro società principali (PricewaterhouseCoopers, Deloitte, KPMG e Reconta-Ernst&Young). Il 67% del campione ha dichiarato di essere soddisfatto a un livello pari o superiore a ‘8’ su una scala 1-10 (dove 10 equivale a ‘completamente soddisfatto’).Nel caso dei clienti delle società di revisione di minori dimensioni, tale percentuale raggiunge il 78%. Il 61% del campione, inoltre, ritiene che la qualità del servizio di revisione sia migliorata negli ultimi tre anni.
All’interno del gruppo delle Big, poi, risultano differenze riguardo all’immagine associata alle singole società. APricewaterhouseCoopers, per esempio, viene riconosciuto di essere la più moderna e a Deloitte la più creativa. KPMG è, invece, la più orientata all’attività di revisione mentre Reconta-Ernst&Young è la meno costosa.
Per quanto riguarda l’analisi delle audit fee, la ricerca ha analizzato i differenziali di prezzo tra audit firm per i settori manifatturiero, bancario e assicurativo, grazie a un database di oltre 1.000 osservazioni. Con riferimento alle sole imprese manifatturiere, l’analisi (1995-2000) ha evidenziato il riconoscimento di un premium price alle grandi audit firm del 10%, mentre un’ulteriore elaborazione illustra che il premio può essere ricondotto a una sola di esse. Anche nel caso degli istituti di credito si riscontra la sussistenza di un premium price complessivo del 9,6%, il quale, a seguito di più approfondite analisi, risulta riconosciuto a due delle cinque grandi società di revisione allora (1999-2001) sul mercato. Nel caso delle imprese di assicurazione, invece, non è stato rilevato (1999-2001) alcun differenziale di prezzo con riferimento all’intero campione.
“Il servizio erogato da una grande audit firm deve essere più oneroso di un altro revisore per rendere credibile la scelta di una grande come strategia di segnalazione da parte di un’impresa,” spiega Cameran. “Tale premium price, poi, costituisce il ritorno dell’investimento fatto dall’audit firm nello sviluppare una reputazione superiore, intesa nel senso di una migliore qualità delle revisioni svolte..”
Lo studio del cambio di auditor da parte delle società quotate, su un campione di 260 imprese nel periodo 1992-2002, evidenzia che queste scelgono quasi sempre società di revisione appartenenti al gruppo delle grandi. Ciò appare coerente con le asserzioni di reputation building secondo cui la scelta dell’auditor assume una forte valenza di segnalazione al mercato. “Le società quotate hanno una consolidata propensione a scegliere audit firm grandi, anche per poter usufruire dei benefici correlati al livello di reputazione di cui godono. Inoltre i rapporti generalmente durano il massimo concesso dalla legge, che nel periodo considerato dalla ricerca era 9 anni,” spiega ancora Cameran.
Infine, la ricerca ha analizzato il rapporto tra le caratteristiche dei clienti, in termini di solidità finanziaria, e le società di revisione prescelte. La relazione evidenziata nel campione è che le aziende clienti che hanno un rapporto debiti su totale attivo superiore hanno, con maggiore probabilità, un revisore non appartenente al gruppo delle grandi. Ciò risulta coerente con la capacità di segnalazione da parte delle grandi in quanto, per evitare rischi derivanti da eventuali cause in caso di insolvenza del cliente, le società di revisione di maggiori dimensioni tendono a scartare i clienti potenzialmente pericolosi.
A causa della scarsità dei dati a disposizione non è stato invece possibile accertare se vi sono differenze nella reputazione singolarmente goduta dalle società di revisione di minori dimensioni, che sono quindi considerate come un unico gruppo benché verosimilmente assai eterogeneo al proprio interno.
“L’indagine giunge a risultati coerenti con gli studi effettuati all’estero, supportando l’idea che in Italia la reputazione dei revisori sia nel complesso elevata, e che sussista un differenziale tra la reputazione goduta dalle grandi audit firm e quelle di minori dimensioni,” conclude Cameran.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy