• Google+
  • Commenta
27 aprile 2006

Grande successo per la VI edizione del premio Gutenberg

Quest’anno il premio ha avuto per oggetto la realizzazione di messaggi sotto forma di lettere, poesie e disegni diretti ai soldati italiani impegn

Quest’anno il premio ha avuto per oggetto la realizzazione di messaggi sotto forma di lettere, poesie e disegni diretti ai soldati italiani impegnati in missione di pace a Nassirya. Autori gli alunni delle scuole della provincia.

“Lettere a Nassirya”è il titolo del volumetto, presentato nel corso della cerimonia, che raccoglie gli scritti degli alunni per i soldati. Il lavoro, curato dal professor Giuseppe Rescigno, rappresenta il contributo che, per l’edizione 2006, il Premio “Gutenberg” ha ritenuto di offrire ai giovanissimi.

“L’adesione è stata massiccia ed entusiasta – dichiara l’Assessore alle Politiche Culturali Giuseppe Vitale– e tutti i lavori hanno dimostrato la consapevolezza dei ragazzi riguardo al problema “Iraq” e d il timore, spesso inespresso, per le guerre e per la violenza”.

Soddisfazione è stata espressa da Giuseppe Rescigno, presidente della giuria e direttore del L.E.A. (Laboratorio di Educazione ambientale) – il quale ha constatato come il tema prescelto per l’edizione 2006, abbia toccato la sensibilità dei giovanissimi.

La raccolta, che si avvale del patrocinio del Comune di Mercato S. Severino, è dedicata a Nicola Calipari ed è arricchita da numerose illustrazioni ricavate dalle tavole realizzate dagli alunni. Una lettura scorrevole ed invitante resa più piacevole dalla veste grafica che ben evidenzia l’obiettivo e che riesce ad attirare l’attenzione del giovane lettore.

Alla manifestazione sono intervenuti il vice-prefetto dr. Pasquale De Lorenzo, il tenente colonnello Di Vece del distretto militare di Salerno ed i dirigenti scolastici in rappresentanza delle numerose scuole che da ogni parte della provincia hanno aderito al premio.

I lavori sono stati aperti dall’Assessore alle Politiche Culturali Giuseppe Vitale il quale, dopo i saluti di rito, ha letto i messaggi del Capo dello Stato, del Presidente del Consiglio dei Ministri, dei Presidenti delle camere e di altre autorità civili e militari.

Google+
© Riproduzione Riservata