• Google+
  • Commenta
12 aprile 2006

Palermo: un futuro medico senza la laurea

È questo ciò che si prospettava per una giovane studentessa siciliana alla vigilia della sua laurea in Medicina. La ragazza era riuscita a falsÈ questo ciò che si prospettava per una giovane studentessa siciliana alla vigilia della sua laurea in Medicina. La ragazza era riuscita a falsificare i documenti di più di quindici esami, nel corso della sua permanenza all’università di Palermo, senza essere mai scoperta. La sua “carriera” è però finita grazie ai normali controlli compiuti dai funzionari dell’ateneo siculo. Ciò che ha destato il sospetto è stato il fatto che dal fascicolo della ragazza di Agrigento mancavano i verbali delle materie sostenute durante gli esami, mentre gli statini erano stati consegnati a mano dalla stessa studentessa. Molti di questi, inoltre, erano stati depositati con firme false oppure con nomi di professori ormai andati in pensione.
Questo, però non è un caso strano ne isolato: poche settimane prima, infatti, era accaduta la stessa cosa alla facoltà di Economia e Commercio, dove due studenti erano riusciti a laurearsi falsificando la maggior parte degli esami.
Ora la giovane studentessa “Lupin” rischia l’imputazione per truffa e falso continuato ed aggravato, oltre naturalmente che la sicura decadenza dal corso di studi.

Google+
© Riproduzione Riservata