• Google+
  • Commenta
28 aprile 2006

Primo maggio, tra musica e cordoglio

“W l’Italia”. Questo il tema dell’edizione 2006 dell’ormai tradizionale concerto del primo maggio. Come anche annunciato dai segretari dei tre sindac“W l’Italia”. Questo il tema dell’edizione 2006 dell’ormai tradizionale concerto del primo maggio. Come anche annunciato dai segretari dei tre sindacati (Cgil, Cisl e Uil) durante la conferenza stampa di presentazione tenutasi presso la sede Rai di viale Mazzini, la manifestazione di quest’anno non sarà soltanto una festa e un’occasione per rivendicare i diritti civili e sociali nel segno del lavoro, dello sviluppo, della costituzione e della libertà contro le mafie, ma sarà anche l’occasione per ricordare i soldati caduti a Nassirya, nell’attentato in cui hanno perso la vita i militari italiani Nicola Ciardelli, Franco Lattanzio, Carlo De Trizio e il caporale romeno Bogdan Hancu. Questo triste evento, come spiega il presidente Rai Claudio Petruccioli, “ci permette di sottolineare che i nostri tre caduti sono stati tre lavoratori. E tutti i lavoratori italiani coglieranno l’occasione fornita dal concerto per abbracciare idealmente i tre soldati italiani”.
Nelle ultime ore, è stato anche ufficializzato il cast degli artisti che saliranno sul palco di Piazza San Giovanni, a Roma. Sfumate le presenze di Ivano Fossati e di Jovanotti, quest’ultimo impegnato a girare il suo nuovo video in Cina, il nome più blasonato del gruppo rimane senza dubbio quello di Luciano Ligabue, convintosi dopo una corte spietata da parte della produzione. Spazio anche alla canzone d’autore italiana, con Piero Pelù che canterà Amara terra mia di Domenico Modugno, i Baustelle che faranno invece omaggio a Sergio Endrigo, i Ladri di Carrozzelle che si esibiranno in A muso duro di Pierangelo Bertoli (un omaggio al suo anniversario di morte) e Max Gazzè, accompagnato dalla band toscana La Camera Migliore, impegnato in una cover in tributo a Franco Battiato. Nel palinsesto del concerto, previsti anche Pino Daniele, Alex Britti, che duetterà con Edoardo Bennato, Vinicio Capossela, che avrà accanto, oltre alla sua band, anche il polistrumentalista sardo Gavino Murgia, i Negramaro, Caparezza, i Nomadi, i Marlene Kuntz, i Modena City Ramblers, la Bandabardò, i Sud Sound System, Enzo Avitabile, Enrico Capuano, Roy Paci & gli Aretuska, Teresa De Sio & Raiz, Andrea Rivera, e i Cappello a Cilindro. Tra gli ospiti stranieri, i britannici Hard-Fi, considerati dalla critica come i “nuovi Clash”, e Skin, l’ex voce degli Skunk Anansie. Marco Marzocca e Luca Medici affiancheranno Claudio Bisio nella conduzione. “Mi impegnerò perché vorrei centinaia di migliaia di bandiere arcobaleno e molti, molti tricolori”, ha spiegato il comico di Novi Ligure. “E vorrei anche che non fosse bruciata nessuna bandiera di nessun colore”.
È prevista inoltre la presenza dell’attore, mascheraio e scrittore, Ascanio Celestini.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy