• Google+
  • Commenta
6 aprile 2006

Trento: “Logica della fiaba”, presentazione del libro di Michele Rak

Trento: “Logica della fiaba”, a Lettere la presentazione del libro di Michele Rak
Gli orchi, le fate, il gioco, la corte, la fortuna. La Bella addormTrento: “Logica della fiaba”, a Lettere la presentazione del libro di Michele Rak
Gli orchi, le fate, il gioco, la corte, la fortuna. La Bella addormentata, il Gatto parlante, ma anche i fumetti, i serial tv e perfino i reality show. Sono questi gli ingredienti del libro “Logica della fiaba” di Michele Rak, direttore della Scuola di Dottorato in Scienze del Testo dell’Università di Siena, che sarà presentato venerdì 7 aprile, alle 14.30, presso il Laboratorio multimediale della Facoltà di Lettere e Filosofia. All’incontro saranno presenti Ada Neiger, docente di Sociologia della Letteratura, Olga Bombardelli, docente di Didattica generale, e Maria Giovanna Dorigatti, dottoressa in Pedagogia.
L’autore, analista e storico della cultura, teorico della comunicazione e critico della letteratura, propone nel saggio un breve excursus degli elementi che appartengono alla tradizione della fiaba europea e a tutti i linguaggi della cultura del moderno, del contemporaneo e della cultura mediale. La “Logica della fiaba” prende avvio dall’analisi del primo esempio di opera barocca, dal quale maturerà la fortuna del genere narrativo fiabesco (il “Cunto de li Cunti” di Giambattista Basile, una miscela di teatro, canzoni e proverbi scritto nel Seicento in dialetto napoletano per il piacere dei cortigiani), per poi ricostruire il percorso di un modello narrativo che ha scandito alcuni passaggi delle trasformazioni della modernità attraverso i suoi nuovi miti: il viaggio, il diverso, la trasformazione, la magia, le macchine, la fortuna, le arti.
Con questa premessa il saggio di Michele Rak può assurgere a potenziale modello di genere letterario della storia del racconto fiabesco e fantastico europeo. Offre un percorso tra gli insiemi testuali di una cultura (il sistema del racconto e dei suoi generi), le ragioni e le circostanze dell’uso dei testi letterari, la storia e la cultura di chi li ha commissionati e usati e la bellezza e i piaceri che hanno prodotto e continuano a produrre.

Michele Rak
Michele Rak è professore ordinario all’Università di Siena. Ha insegnato Teoria e Critica della Letteratura e Sociologia dell’Arte e della Letteratura nelle università di Napoli, Palermo, Roma-LUISS (Scuola Superiore di Giornalismo e Comunicazione di massa). Ha diretto il Dipartimento di Letterature moderne e Scienze dei Linguaggi dell’Università di Siena e l’Istituto di Filologia italiana dell’Università di Palermo. È direttore della Scuola di Dottorato in Scienze del Testo (Università di Siena) e coordinatore della sezione Letteratura e Comunicazione-Linguaggi delle Arti nella cultura mediale. Attualmente dirige l’Osservatorio permanente europeo sulla lettura.

È teorico e storico del mutamento culturale e delle sue dinamiche. Nel settore della storia della cultura e dei linguaggi delle arti è uno degli studiosi europei della cultura della modernità e dei suoi linguaggi (la fiaba, il teatro, la festa, la saggistica barocca, la storia di Napoli). Esperto di storia e funzione sociale dell’immagine, i suoi libri sono pubblicati da Einaudi, Feltrinelli, Garzanti, Il Mulino, Marsilio, Mondadori. Ha collaborato a La Repubblica, L’Indice, Leggere, Il Tempo e Il Mattino.
Esperto e progettista del mercato del libro (e del romanzo) e dei generi della comunicazione radiotelevisiva della cultura mediale e analista di trend e scenari (indagini Arlequin-Mondadori), realizza ricerche nel settore della letteratura e delle arti nell’epoca della televisione e di Internet. Dal 1990 dirige l’Osservatorio permanente europeo della lettura e la ricerca nazionale “Il lettore di libri” in Italia.
Ha coordinato il progetto sulla comunicazione radiotelevisiva Rai-Treccani (1989-1990) e progettato l’home video educational (1990). Progetta e realizza Musei virtuali (dal 1990). Ha realizzato per l’Unione europea il Virtual Museum of Photography (2003).
Esperto di management culturale (immagine e strategia, comunicazione), ha ideato e realizzato multivision, programmi radiotelevisivi e audiovisivi nel settore dei beni culturali e della divulgazione. Ha progettato e dirige il Museo della Lana (Regione Abruzzo) e il Seminario permanente per la comunicazione dei beni culturali.
Gli attuali settori di ricerca investono i linguaggi delle arti e il mutamento culturale, le tendenze nei linguaggi della comunicazione, il patrimonio culturale italiano (eventi, beni culturali, musei), il mercato del libro, fiction-costume-società, la letteratura e la storia dell’immagine, la letteratura e i linguaggi d’arte, i musei virtuali.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy