• Google+
  • Commenta
13 aprile 2006

Università degli studi Catanzaro

Visita di tre docenti dell’Università di Belgrado

Tre docenti dell’Università di Belgrado sono stati in visita, in ques
Visita di tre docenti dell’Università di Belgrado

Tre docenti dell’Università di Belgrado sono stati in visita, in questi giorni, al Campus universitario di Germaneto nell’ambito del progetto comunitario Tempus “Restructuring teaching at Serbian Medical Faculties”, realizzato per favorire la riorganizzazione delle facoltà mediche in Serbia. Si tratta dei professori Bogdan Djuricic, preside della facoltà di Medicina dell’Ateneo serbo, Vladimir Bumbasirevic e Nebojsa Lalic.
I tre docenti di Belgrado hanno visitato le nuovissime strutture mediche e di ricerca del Campus universitario di Germaneto. In particolare i laboratori dell’Edificio delle Bioscienze dedicati alle attività di ricerca nei settori dell’oncologia, delle nanotecnologie e dei biomaterali, della proteomica.
L’organizzazione didattica della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Magna Græcia è stata presentata dal professor Agostino Gnasso, delegato del Rettore per i programmi e gli scambi internazionali e dal dottor Giuseppe Costante, componente della commissione didattica del corso di laurea specialistica in Medicina e Chirurgia. Molto interesse da parte dei docenti serbi è stato mostrato anche per i sistemi di valutazione adottati nella fase di monitoraggio e controllo dei dati interni.
“Abbiamo visitato con molta attenzione le strutture di questo Campus, un modello per quanto riguarda la medicina moderna ha detto il professor Djuric. Abbiamo potuto prendere visione di innovativi programmi didattici e di ricerca, di tecnologie avanzatissime per lo studio, l’attività di laboratorio e clinica. Ringraziamo l’Università di Catanzaro per averci dato la possibilità di conoscere tutto questo. Il nostro augurio – ha concluso il professor Djuric – è quello di aiutare ora la nostra Università a crescere e svilupparsi nel settore della medicina grazie a questi importanti momenti di scambio.”
Il progetto Tempus, che vede tra i promotori l’Università Magna Græcia, l’Università di Udine, la Robert Gordon University di Aberdeen, la Vrije Universiteit di Amsterdam e gli Atenei serbi di Belgrado, Kragujevac e Nis, si propone di presentare il modello organizzativo delle facoltà di Medicina delle Università dell’Unione Europea ai rappresentanti degli Atenei serbi, attraverso seminari e incontri che vedono coinvolti in prima persona docenti e studenti. Riorganizzare quindi e aggiornare il sistema di insegnamento nei corsi di laurea dell’area medica, attraverso momenti di scambio e confronto, che consentano proprio a docenti e studenti di avere una visione completa dello stato di avanzamento degli studi e ricerche in medicina.
Vittorio Scerbo

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy