• Google+
  • Commenta
26 maggio 2006

Analisi politica sul nuovo esecutivo

Da pochi giorni si è insediato il nuovo esecutivo datoci dalla volontà popolare dei votanti che si sono apprestati al voto il 9-10 aprilDa pochi giorni si è insediato il nuovo esecutivo datoci dalla volontà popolare dei votanti che si sono apprestati al voto il 9-10 aprile del 2006. La maggioranza che ci è stata consegnata è molto esigua, ma intervistando la popolazione si nota due sentimenti contrastanti che fanno scaturire un’analisi molto complessa e anche piena di riflessioni che mi hanno spinta a voler affrontare questo argomento.
Analizzando i numeri che ci vengono proposti da il risultato di queste elezione possiamo affermare che il paese è spaccato a metà, ma i giovani, pare, abbiano più fiducia nel centro-sinistra in quanto è proprio grazie alla vittoria alla camera che è stata consegnata l’Italia a questo schieramento politico.
La maggioranza è amplia alla camera, grazie al bonus che veniva concessa dalla legge elettorale voluta dalla C.d.l., ma la maggioranza in senato non è così amplia anzi, possiamo affermare che è davvero esigua; infatti il centro-sinistra ha solo due senatori in più.
Ma nonostante questo, molte persone hanno riposto davvero molta speranza nel governo attuale per risolvere tanti problemi che gravano all’interno della nostra nazione; poi ci sono altri che affermano che questo governo non riuscirà a fare nessuna riforma seria in quanto la maggioranza non ha i numeri per poter realizzare delle riforme davvero forti che potrebbero cambiare le sorti del paese.
Comunque ad ascoltare il programma che ha esposto Prodi si può affermare che questo governo ha davvero idee e molta voglia di fare e se riescono anche a svolgere metà di tutto il programma che hanno stilato la popolazione si potrebbe definire soddisfatta.
L’attuale opposizione ha affermato che questo governo avrà vita corta, per alcuni non arriverà neanche a Natale. Comunque hanno promesso una opposizione dura e che non darà sconti.
Sempre il centro-destra ha accusato alcune candidature del centro- sinistra definendole ridicole come quella di Caruso e di quella di Vladimiro Guadagno in arte Vladimir Luxuria.
Magari senza ricordarsi che la parte estrema della destra aveva candidato un certo Fiore e un certo Thigler che sono tra coloro che fanno parte di Forza Nuova, quindi, credo che entrambi gli schieramenti hanno avuto candidati sui quali si potrebbe polemizzare. Comunque penso che la credibilità politica si acquisti operando ogni giorno in questo campo per cui affermo, che prima di criticare un essere umano, per il proprio pensiero o per il proprio orientamento sessuale, cerchiamo di vedere l’operato della persona, di qualunque partito sia.
Il numero esiguo può portare, secondo alcuni, a una maggiore coesione della coalizione dando vera verifica di ciò che è stato detto nella campagna elettorale e cioè che la coalizione di centro-sinistra è unita ed è una squadra, analizzando la maggioranza potrà affrontare i problemi che il paese sta vivendo cercando anche di dare delle risposte, ma ciò può avvenire solo se il bene del paese è al di sopra degli interessi del singolo e del partito.
L’elezione dei due presidenti nelle camere è stato un altro problema che ha diviso le coalizioni in quanto il centro-destra ha accusato che l’Ulivo si sia impadronita indebitamente delle poltrone più importanti del paese, ma facendo un’analisi si può verificare che nel governo precedente ha avuto due esponenti della propria coalizione; infatti Pera e Casini mi pare che siano deputati del centro-destra.
Fino al 1996 c’era in vigore una “consuetudine” che veniva attribuita una camera alla parte vincitrice mentre l’altra veniva consegnata all’opposizione,ma nel 2001 con il governo precedente a quello attuale non è stata applicata dividendosi le poltrone delle due camere all’interno alla coalizione di maggioranza, certo il risultato elettorale è stato diverso, ma credo che con il governo Berlusconi è finita un epoca ed ne è nata un’altra e cioè chi ha la maggioranza entra in possesso di tutte le cariche istituzionali principali.
Per concludere questa analisi posso affermare che il governo precedente ha portato grandi cambiamenti all’interno del paese in tanti campi che possono essere condivisi o meno, ma c’è stato un operato e quindi ogni individuo può dare una sua opinione, ora dobbiamo aspettare l’operato di questo nuovo governo per poter dare una valutazione a riguardo e sapere se è stato all’altezza del compito che si è proposto.
La grande novità che ha fatto il governo precedente è stato il voto degli italiani all’estero, questo cambiamento è stato davvero una grande rivoluzione, perché anche chi vive fuori dal proprio paese natio è giusto che decida quello che accade all’interno della propria terra, si può definire che è come un segno di appartenenza alla propria patria e questo mi rende ancora più italiana anche se decidessi di costruirmi il mio futuro fuori dalle frontiere del mio paese so che sono considerata ancora come cittadina attiva della mia terra.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy