• Google+
  • Commenta
29 maggio 2006

Macerata: Arriva lunedì la Corte costituzionale egiziana

L’Università di Macerata incontra l’Egitto. Arriverà lunedì sera, 29 maggio, in visita alla città una delegazione della
L’Università di Macerata incontra l’Egitto. Arriverà lunedì sera, 29 maggio, in visita alla città una delegazione della Suprema Corte costituzionale egiziana e dell’Università del Cairo per studiare un accordo di collaborazione scientifica con l’Ateneo maceratese.
La delegazione soggiornerà a Macerata fino a giovedì mattina, primo giugno, e parteciperà a una serie di incontri con i presidi e i docenti delle sei Facoltà. La mattina dell’ultimo giorno gli ospiti saranno accompagnati a Roma, dove saranno ricevuti dal presidente della Corte costituzionale italiana Annibale Marini.
Per l’occasione, è stato organizzato il convegno “Incontri con la cultura dell’Egitto contemporaneo”, che si terrà martedì e mercoledì, 30 e 31 maggio. I lavori prenderanno il via il primo giorno alle 16 nell’Aula magna del polo didattico “Luigi Bertelli” in contrada Vallebona. Dopo il saluto del rettore Roberto Sani, prenderanno la parola Mohamad Abu Al-Ghar dell’Università del Cairo, presidente e fondatore del Movimento per l’autonomia delle Università, e Salah Fadl dell’Università di ‘Ayn Shams, responsabile della Commissione per il dialogo interculturale della Biblioteca di Alessandria. Le conclusioni sono affidate al preside della Facoltà di Scienze della Formazione, Michele Corsi.
Mercoledì gli incontri si svolgeranno, invece, a partire dalle 10.30 nell’Antica biblioteca di Giurisprudenza. Dopo i saluti del preside della Facoltà, Rino Froldi, e del pro-rettore Luigi Lacchè, interverranno Taheni Al-Gibeli, vice-presidente della Corte costituzionale Egiziana nonché prima donna membro della Corte, e Adil ‘Umar Sharif, anche lui vice-presidente della Corte e delegato per i rapporti con la ricerca scientifica. Conclude Andrea Simoncini, docente di diritto costituzionale dell’Università di Macerata e delegato per i rapporti internazionali.

Google+
© Riproduzione Riservata