• Google+
  • Commenta
29 maggio 2006

Morte simulata per il premio dell’assicurazione

Incidente simulato per riscuotere il premio dell’assicurazione sulla vita.
L’arresto di Roman Antonov, 33 anni, nepalese, è stato eseguito inIncidente simulato per riscuotere il premio dell’assicurazione sulla vita.
L’arresto di Roman Antonov, 33 anni, nepalese, è stato eseguito in Francia, su ordine dei carabinieri di Imperia. L’accusa è quella di aver provocato la morte di un uomo e di averlo collocato alla guida della sua automobile. Dopo aver preparato la scena, avrebbe data fuoco all’autovettura, provocando un incendio nel quale simulare la propria morte. Insieme all’uomo, è stato fermato anche un presunto complice. Si tratta di una donna, russa. I resti dell’auto, con il corpo senza vita, erano stati ritrovati il 14 maggio scorso in una zona nell’entroterra di Imperia.

Google+
© Riproduzione Riservata