• Google+
  • Commenta
9 maggio 2006

Playoffs NBA 2006: i Suns rimontano, i Lakers si arrendono

I Phoenix Suns, ottava squadra della storia dei playoffs, riescono nell’impresa di ribaltare una serie che li vedeva sotto 1-3 contro i Los Angele

I Phoenix Suns, ottava squadra della storia dei playoffs, riescono nell’impresa di ribaltare una serie che li vedeva sotto 1-3 contro i Los Angeles Lakers, grazie ad una prova corale di straordinaria intensità di fronte ad una compagine, quella californiana, imperniata sulla stella Bryant ben supportata da Odom. I Lakers avevano sprecato il match-point casalingo, gettando alle ortiche la vittoria nell’ultimo possesso di gara 6. Avanti di tre, i giallo-viola di coach Jackson perdevano banalmente palla ed erano puniti dalla tripla di Thomas che spediva le due squadre al supplementare, gestito poi alla grande da Nash (23 punti e 13 assists) e compagni. Phoenix chiudeva 126-118 nonostante i 50 punti di un monumentale Bryant, confermandosi più squadra rispetto agli avversari. Si tornava dunque a Phoenix per gara 7 con l’inerzia della serie in capo ai Suns. Bryant, ben controllato da Bell, è letteralmente crollato nel secondo tempo, mettendo a referto uno solo dei suoi 24 punti totali, e con lui tutta la squadra, che totalizza 20 palle perse ed un misero 35% al tiro, costretta a subire sin dall’inizio il fantastico gioco in transizione di Phoenix, già a +17 dopo il primo quarto. I Suns chiudono con il 61% dal campo, con ben sette giocatori in doppia cifra, e vanno meritatamente in semifinale, dove li attende l’altra metà di Los Angeles: i sorprendenti Clippers. Per i Lakers invece, una sconfitta davvero bruciante che interrompe la striscia positiva del suo allenatore, fino ad oggi sempre vincente nel primo turno di playoffs. Ai Lakers però, va riconosciuto l’onore delle armi per aver conteso fino all’ultimo ai favoriti Suns il passaggio del turno, ed alle due squadre, costruite per attaccare più che difendere, un ringraziamento di cuore per lo straordinario spettacolo offerto.

Google+
© Riproduzione Riservata