• Google+
  • Commenta
19 maggio 2006

Premiato a Roma il progetto di e-learning dell’Ateneo triestino

Gli Studi Superiori di Ingegneria clinica dell’Università di Trieste (Higher Education in Clinical Engineering – SSIC-HECE) hanno ricevuto il pGli Studi Superiori di Ingegneria clinica dell’Università di Trieste (Higher Education in Clinical Engineering – SSIC-HECE) hanno ricevuto il primo premio assoluto nel corso della 17° Edizione del forum nazionale dedicato ai servizi della Pubblica Amministrazione rivolti ai cittadini (Roma). Con il progetto Interreg IIIA It/Slo “ISCELS – Italian-Slovenian Cooperative E-learning Space”, lo scorso mercoledì 10 maggio, l’Università di Treiste ha ottenuto il riconoscimento nella categoria dell’e-learning “P.A. aperta 2006 – Premio alle migliori azioni per rendere accessibili le amministrazioni e i servizi ai disabili e alle fasce deboli”. Il progetto ha presentato una piattaforma di e-learning multilingue da utilizzare nella zona di confine italo-slovena, per favorire l’integrazione attraverso l’utilizzo di mezzi di comunicazione innovativi che prestano grande attenzione, dal punto di vista tecnologico e metodologico, alla fruibilità da parte di soggetti diversamente abili. A questo progetto è stato riconosciuto il merito di contribuire, attraverso l’educazione scolastica, all’integrazione sociale e culturale dei due popoli sloveno ed italiano. L’obiettivo è quello di mettere a reale disposizione della comunità un sistema di e-learning multilingue che permetta l’ampio sviluppo cooperativo delle scuole, degli atenei e delle Università sul litorale italiano e sloveno, nonché la loro integrazione in un sistema di continuità della formazione. Particolare attenzione è stata dedicata al progetto di sviluppo di elementi tecnologici e di metodologie didattiche per studenti disabili e/o svantaggiati, tenendo conto delle diverse esigenze degli utenti e favorendo l’integrazione sociale, in collaborazione con lo Sportello Disabili dell’ateneo triestino. Il progetto è svolto con la collaborazione delle Università del Litorale a Capodistra, di Maribor e di Genova, nonché con l’Università Popolare di Trieste a Capodistria e con lo SLORI (l’Istituto Sloveno di Cultura). La sperimentazione del sistema di e-learning viene svolta con la più ampia partecipazione di Università e scuole dell’area di confine e viene sperimentato anche in alcune scuole dell’Austria e della Croazia, nell’ambito dell’Alpe Adria Iniziative Universities’ Network (ALADIN). “Questo premio dimostra che il progetto è stato molto apprezzato anche a livello nazionale – dichiara Paolo Inchingolo, coordinatore dell’iniziativa – è stata una sorpresa, c’è stata, inoltre, un’ulteriore richiesta di collaborazione con la Commissione Interministeriale Permanente per l’impiego dell’ICT a favore delle categorie deboli e svantaggiate, una grande occasione per l’Università di Trieste”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy