• Google+
  • Commenta
9 maggio 2006

Unicam: “La mafia non va contrastata, ma sconfitta”

“La mafia non va contrastata, ma sconfitta” è il tema che sarà affrontato, il prossimo 10 maggio, nel corso di una giornata di riflessio“La mafia non va contrastata, ma sconfitta” è il tema che sarà affrontato, il prossimo 10 maggio, nel corso di una giornata di riflessione sullo stato dell’arte della lotta alle mafie, promossa dal Dipartimento di Scienze giuridiche e politiche dell’Università di Camerino. L’incontro si terrà nella Sala della Muta del Palazzo Ducale con inizio alle ore 9.30 e si aprirà con i saluti del Magnifico Rettore Unicam, Prof. Fulvio Esposito, del Preside della Facoltà di Giurisprudenza, Prof. Guido Biscontini, del Prof. Giuseppe Palmisano, Direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche e politiche e del Sindaco di Camerino, Prof. Enzo Fanelli.

“L’iniziativa, organizzata in collaborazione con “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” e COOP Adriatica, con il sostegno di Banca Marche ed il patrocinio del Comune di Camerino – sottolinea il Prof. Marco Giovagnoli, docente del Dipartimento di Scienze Giuridiche e Politiche dell’Ateneo camerte e promotore dell’iniziativa – si inserisce, da un lato, nel particolare momento di speranze suscitate dai recenti successi dello Stato e della società civile nei confronti del fenomeno mafioso e, dall’altro, si confronta con i timori verso mafie sempre più aggressive, globalizzate e ancora troppo spesso oscure ed impunite. La reazione contro queste mafie non può che essere assieme di tipo repressivo e culturale, attraverso il sostegno che dalle “seconde linee” può pervenire, anche con manifestazioni di questo genere, a chi, nei territori italiani soffocati dalla criminalità organizzata, combatte quotidianamente la propria battaglia per la legalità.

Ai lavori, che saranno introdotti dal Prof. Marco Giovagnoli e coordinati dal dott. Antonio Maria Mira, giornalista del quotidiano “Avvenire”, prenderanno parte numerosi esperti dell’argomento fra i quali: Carlo Barbieri di Coop Italia, autore del volume “Le mani in pasta”, Alberto Cisterna, Magistrato presso la Direzione Nazionale Antimafia, Antonio Maruccia, Magistrato e consulente della Commissione Parlamentare Antimafia, Davide Pati, della Segreteria nazionale di “Libera”, Cristina Perozzi, Avvocato, del Coordinamento di “Libera” di Ascoli Piceno, Fabio Regolo Avvocato, dell’Associazione “Falcone e Borsellino” di Porto Sant’Elpidio e Antonio Napoli, Vicepresidente della Cooperativa “La Valle del Marro” della Calabria.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy