• Google+
  • Commenta
23 maggio 2006

Urbino: Mostra di libri antichi e rari della Biblioteca Universitaria

Libri antichi per celebrare un compleanno antico. Per il suo 500esimo compleanno, l´Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” espone una seleLibri antichi per celebrare un compleanno antico. Per il suo 500esimo compleanno, l´Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” espone una selezione di antichi volumi conservati presso la Biblioteca Universitaria, quali testimonianze di un importante e ricchissimo patrimonio culturale.
Per l´occasione, essenzialmente celebrativa, i volumi sono stati selezionati in base a tre criteri: rarità, pregio tipografico e bellezza delle incisioni che li illustrano.
Mettere in mostra un libro significa farne vedere la sua duplice natura: da un lato oggetto di culto dei bibliofili e di studi storici; dall´altro veicolo di idee e di conoscenze. Proprio questo secondo aspetto è stato privilegiato perché nell´Università il libro rappresenta uno strumento di lavoro, di insegnamento e di studio, l’oggetto che conserva le scoperte e i progressi del sapere e della civiltà. Si è cercato così di ricostruire un percorso che rispecchi quanto più possibile l’attuale ordinamento scientifico e didattico dell´Università, approntando per l´occasione un piccolo catalogo con brevissime note, redatte dagli attuali docenti, per evidenziare ciò che ciascuna opera ha rappresentato o rappresenta ancora nell’ambito delle diverse discipline.
Tale scelta comporta necessariamente delle forzature perché molte delle attuali discipline hanno raggiunto la loro definizione nell’Ottocento e oltre; ed anche il metodo di studio era profondamente diverso, ben lontano dalla attuale specializzazione della ricerca scientifica. Ciò nonostante, ci è sembrato opportuno porre in risalto come nelle antiche pagine esposte siano spesso contenute scoperte scientifiche oggi acquisite come basilari, teorie o pensieri innovativi che ormai rappresentano valori fondamentali della nostra stessa civiltà.
Non a caso il luogo che ospita la mostra è proprio la sala fatta costruire da Federico da Montefeltro per conservare la sua famosa biblioteca di codici belli in superlativo grado, i codices Urbinates trasferiti nel 1657 alla biblioteca Apostolica Vaticana. Per sottolineare questa felice circostanza, una piccola sezione della mostra è stata dedicata proprio ad Urbino, esponendo volumi espressamente composti e dedicati ai signori urbinati che sempre si distinsero per il loro generoso mecenatismo: i Montefeltro prima, poi i della Rovere ed infine gli Albani.
Ma nel corso della mostra si incontrano molte altre opere, scientificamente importanti, nate in Urbino sotto la protezione dei duchi, ed in particolare di Francesco Maria II della Rovere,grande protettore delle scienze, cui si rivolsero anche studiosi di livello “internazionale” come Ulisse Aldrovandi.
Vorremmo segnalare la grande scuola urbinate di matematica che, iniziata da Federico Commandino con la traduzione e l´interpretazione dei classici, si sviluppa nelle applicazioni pratiche con Muzio Oddi, la scuola giuridica con Biagio Michelori, e Federico Bonaventura, importante studioso di politica, cui si dovrebbero aggiungere tanti altri nomi rimasti sugli scaffali della biblioteca.
Purtroppo una mostra di libri pone un limite insuperabile: vieta la possibilità di sfogliare il libro stesso, snaturandone la funzione primaria. Per ovviare, almeno in minima parte, a tale inconveniente è stato realizzato un DVD con le fotografie di diverse pagine significative di ciascun volume esposto.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy