• Google+
  • Commenta
6 giugno 2006

Finali NBA 2006: l’esperienza di Miami contro l’esuberanza di Dallas

Splendida splendente, questa pirotecnica post-season del massimo campionato di basket americano. Quella che sulla carta doveva essere la rivincita

Splendida splendente, questa pirotecnica post-season del massimo campionato di basket americano. Quella che sulla carta doveva essere la rivincita tra i San Antonio Spurs, campioni uscenti, e i Detroit Pistons, favoriti della prima ora, rimane tale perché a contendersi l’ambito anello arrivano due debuttanti che rispondono al nome di Miami e Dallas. I ragazzi della Florida superano i Pistons grazie all’esperienza di Shaq e Payton e alla classe cristallina di Wade, mentre i Mavs vincono la sfida spettacolo contro i Suns di coach D’Antoni. Comincia giovedì in Texas, nella tana dei Mavs, la lunga sfida che porterà il vincitore sul tetto del mondo cestistico planetario. Gli Heat arrivano all’appuntamento clou, forti di un fattore campo dimostratosi, finora, decisivo e di uno Shaquille O’Neal ritrovato come leader e come giocatore. L’esperienza di Payton e del veterano Alonzo Mournig hanno garantito un’ottima gestione dei momenti difficili, mentre Wade e Williams hanno dato sostanza e spettacolo all’attacco di Miami. Cammino più difficile invece, dopo l’avvio brillante, per Dallas, costretta a gara 7 contro San Antonio e agli straordinari anche con Phoenix. Dallas ha trovato nei Suns un’avversario piuttosto tenero in difesa, che ha concesso ai Mavs più di cento punti a partita, mentre gli Heat hanno dovuto faticare non poco per superare l’arcigna difesa di Detroit. Miami ha uomini di grandissima esperienza e classe tra le sue fila, ma potrebbe pagare dazio alla distanza. Dallas fattore campo e grande entusiasmo, ma concede qualcosa all’avversario sotto canestro. Dall’arco i Mavs sono superiori, grazie alle sapienti mani di Nowitzki ed Howard; sotto le plance dovrebbe comandare Miami, viste le ultime prestazioni di O’Neal; Stackhouse da una parte, “the Glove” (il guanto) Payton dall’altra, sono una garanzia. Scontro tra titani in campo? Duello tra Davide e Golia in panchina: per Dallas l’esordiente Avery Johnson, per Miami il totem Pat Riley. Evito pronostici: meglio accomodarsi e gustarsi lo spettacolo. Dopo gara 1 e 2 equilibri, e coloro in grado di spezzarli, saranno molto chiari.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy