• Google+
  • Commenta
9 giugno 2006

Il boom dell’università…

Un boom come in una grande festa…
L’università e tutti i suoi vari aspetti rappresentano oggi uno dei più variegati e comple

Un boom come in una grande festa…
L’università e tutti i suoi vari aspetti rappresentano oggi uno dei più variegati e complessi aspetti del mondo culturale. Il principio della libera scelta sembra essere fatto salvo nell’enormità dell’offerta formativa e nella specializzazione dei percorsi di studio. Evidentemente ce ne è per tutti i gusti e teoricamente per tutte le future ambizioni professionali.
Un boom che negli ultimi anni sta ingrossando le fila dei flussi migratori studenteschi verso le grandi città e che sta innescando fenomeni di spopolamento e ripopolamento demografico.
Tante le aspettative, molti i desideri, ancora di più le prospettive che animano i giovani speranzosi in “un futuro migliore”. Tante, anche, le armi necessarie per poter portare a termine il percorso della cultura: decisione, volontà e soprattutto capacità di gestione, perché se da una parte è vero che è possibile scegliere il corso di studi che realmente interessa, dall’altra risulta difficile barcamenarsi tra una burocrazia che continua ad essere lenta e non aggiornata e delle metodologie didattiche che sembrano non essere sempre indirizzate allo studente. Quasi un gioco di mercato dove la domanda e l’offerta non trovano corrispondenza, o forse nascono e si muovono su prospettive differenti.
Un gioco crudele, ma realistico, quello del grande mercato della cultura che non riesce nemmeno a trattare i propri utenti come clienti. Il cliente per eccellenza, infatti, si rivolge ad un ente per la soddisfazione di un bisogno ed in linea con tali aspettative formula una specifica domanda, che viene accolta, analizzata e trasformata in servizio. E se lo studente non è un cliente nel senso più stretto del termine è pur vero che delle domande le pone e lo fa sulla base di aspettative ampie, difficilmente circoscrivibili in parametri definiti e categorizzati.
Ecco il grosso gup funzionale, una catena ad anelli che si spezza e che spinge alla dispersione ed all’approccio passivo verso lo studio. Le numerose riforme, i continui aggiustamenti legislativi, le strabilianti proposte normative sembrano non voler agire all’origine del problema, ma orientarsi, piuttosto, su interventi correttivi, volti unicamente ad invertire le linee di tendenza già create. Per cui se in Italia esistono troppi giovani studenti fuori corso è opportuno abbreviare la durata del corso di studi per smaltirli, e se in Italia non c’è una cultura giovanile ritenuta adeguata e completa è opportuno moltiplicare i percorsi di studio, togliendo dai programmi un po’ di pagine di un libro e un po’ di pagine di un altro.
Questo meccanismo più che andare incontro agli studenti pare semplicemente determinare un aumento notevole delle iscrizioni, e conseguentemente degli introiti delle tasse scolastiche, e ridurre l’interesse culturale a pochi libri da leggere per poter superare un test. Una cultura che non guarda avanti e che soprattutto pone i giovani di fronte alle difficoltà del mondo del lavoro, poco incline a domandarsi di chi è la responsabilità della scarsa preparazione o dell’assenza di una formazione specifica ed approfondita. Un mondo del lavoro che trova conveniente questo approccio, che gli permette di proporre ai giovani inoccupati dei contratti lavorativi privi di garanzie e tutele, in nome di una formazione “che si può solo creare sul campo”…
Ne risulta minato il principio stesso dell’università e soprattutto non raggiunto l’obiettivo della preparazione e della formazione all’indipendenza e dell’intraprendenza dello spirito e della mente.
Il boom dell’università è quello di una grande festa, dove è non è sempre facile capire chi è l’organizzatore e quale è il tema della serata!

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy