• Google+
  • Commenta
9 giugno 2006

Il nuovo volto dei “Paesaggi di confine”

Un convegno internazionale per indagare il ruolo del confine nella costruzione del paesaggio simbolico e culturale delle regioni di frontiera e per meUn convegno internazionale per indagare il ruolo del confine nella costruzione del paesaggio simbolico e culturale delle regioni di frontiera e per mettere a fuoco le problematiche gestionali ed identitarie che ad esso si collegano. Su questi temi focalizzeranno l’attenzione quattro giornate di studio dal titolo “Borderscapes: spaces in conflict/symbolic places/networks of peace”, che si terranno presso il Centro Congressi Panorama di Sardagna dall’11 al 14 giugno.
Il convegno, cui prenderanno parte alcuni dei massimi esperti di geografia politica a livello internazionale (quali John O’ Loughlin, dell’Università del Colorado, e Vladimir Kolossov, direttore dell’Istituto di Geopolitica dell’Accademia delle Scienze di Mosca), si aprirà domenica 11 giugno, alle ore 18, con la tavola rotonda su “La geografia politica delle Province Autonome di Trento e Bolzano: un esempio di convivenza” – dedicata al Trentino e alla Euregio transfrontaliera, di cui fa parte anche la Provincia Autonoma di Trento. Alla tavola rotonda parteciperanno i docenti Vincenzo Calì della Facoltà di Lettere e Francesco Palermo della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Trento, Gianluca Salvatori, assessore alla Programmazione, Ricerca e Innovazione della Provincia di Trento, Elena Dell’Agnese, docente di Geografia politica dell’Università Milano-Bicocca, e Günther Pallaver, docente presso l’Università di Innsbruck.
Il seminario sarà organizzato all’interno dell’attività della commissione di geografia politica dell’Unione Geografica Internazionale e dunque si avvarrà della presenza di specialisti di problematiche confinarie provenienti da tutto il mondo. Tra gli ospiti interverranno alcuni esperti locali al fine di presentare, in un’ottica di analisi comparativa, le problematiche specifiche dell’area trentina come regione di confine. I temi su cui verteranno gli interventi saranno: “Il paesaggio di confine come paesaggio simbolico”; “Il paesaggio di confine come paesaggio culturale”; “Il confine da barriera a tramite: questioni di gestione degli spazi transfrontalieri”.
“Borderscapes” è stato organizzato grazie al contributo di tre università (Milano-Bicocca, Trento e Innsbruck), nonchè della Provincia Autonoma di Trento e dell’Associazione Industriali della Provincia di Trento.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy