• Google+
  • Commenta
9 giugno 2006

Offerta formativa in lingua inglese presso gli Atenei italiani

Nell’ambito della cooperazione tra i sistemi universitari europei ed extraeuropei, la Fondazione CRUI ha avviato la seconda edizione dell’indagine

Nell’ambito della cooperazione tra i sistemi universitari europei ed extraeuropei, la Fondazione CRUI ha avviato la seconda edizione dell’indagine sull’offerta formativa di corsi di I e II livello, dottorati, master e winter/summer school interamente erogati in inglese, con l’obiettivo di fornire uno strumento utile e aggiornato agli studenti stranieri che decidono di intraprendere un percorso di studi nel nostro Paese.
Nell’indagine, basata sulla somministrazione di un breve questionario inviato ai Delegati rettorali alle Relazioni internazionali, si chiedeva di indicare, oltre ai riferimenti dei singoli corsi erogati in inglese nei diversi livelli di istruzione superiore, anche eventuali ulteriori informazioni sull’accesso a tali corsi: accesso on-line alle informazioni in inglese sull’offerta formativa, servizi di accoglienza, modalità di studio e soggiorno, la struttura, o ufficio, presso cui rivolgersi per ottenere ulteriori informazioni. Hanno aderito all’indagine 52 atenei (67,5% del totale): di questi, 17 hanno dichiarato di non erogare corsi esclusivamente in inglese, ma organizzano una parte della didattica, moduli e singoli insegnamenti, in lingua inglese all’interno di percorsi di studio che rimangono però prevalentemente in italiano. Sempre secondo l’indagine, 35 degli Atenei che hanno risposto al questionario hanno corsi totalmente in inglese: in testa i master, seguono dottorati e corsi di secondo ciclo. L’obiettivo dell’indagine è quello di fornire uno strumento utile e aggiornato agli studenti stranieri che decidono di studiare in Italia. (StELIA)

Google+
© Riproduzione Riservata