• Google+
  • Commenta
7 giugno 2006

Roma Tre: “Per non dimenticare”

“Per non dimenticare” potrebbe essere lo slogan del nuovo master internazionale di secondo livello sulla Didattica della Shoah, organizzato a partir
“Per non dimenticare” potrebbe essere lo slogan del nuovo master internazionale di secondo livello sulla Didattica della Shoah, organizzato a partire dal 25 gennaio scorso dall’Università Roma Tre in collaborazione con il Miur, la Crui e l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. La Shoah, il genocidio perpetrato dai gerarchi nazisti durante la seconda guerra mondiale ai danni di sei milioni di ebrei e non solo, sarà dunque al centro delle 500 ore di attività del corso, destinato a 30 persone fra laureati, con vecchio ordinamento o laurea specialistica, ricercatori ed insegnanti. Una parte delle lezioni sono frontali, il resto delle ore è dedicato alla ricerca, alla produzione di tesine e della tesi finale, alla partecipazione a stage di alto livello. Tra i docenti ci saranno lo scrittore israeliano Abraham Yehoshua, lo psicologo Reuven Feuerstein, Anna Bravo, storica delle donne all’università di Torino, Valerio Marchetti, storico dell’Università di Bologna, Enzo Campelli, sociologo dell’Università di Roma, Giacomo Marramao, filosofo della politica di Roma Tre, nonché il regista e attore Moni Ovadia. L’obiettivo di fondo del master, il primo in Europa nel suo genere, sarà quello di “creare un network internazionale di specialisti per una formazione di eccellenza su uno dei temi centrali dell’attuale riflessione politica e culturale”, ha dichiarato dalle pagine web di Almalaurea.it il professor David Meghnagi, ordinario di Psicologia Clinica alla facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Roma Tre e ideatore del master. Le materie tratteranno aspetti come il nazismo e lo sterminio degli ebrei, la sociologia e la psicologia della religione, la psicologia clinica, la cultura ebraica, la Shoah nel pensiero religioso e nella riflessione filosofica, il negazionismo e il revisionismo storico, le esperienze di riabilitazioni in Israele e nel mondo, fino ad arrivare alla comparazione delle diverse letterature, al cinema, all’arte, alla musica, al problema dell’identità europea, a come s’intreccia la Shoah con le altre tragedie del Novecento o con la storia delle chiese. Il bando per la selezione alla seconda edizione del master uscirà a dicembre 2006, ma per chi volesse delle informazioni più dettagliate l’indirizzo e-mail a cui rivolgersi è segr.dse@educ.uniroma3.it.

Google+
© Riproduzione Riservata