• Google+
  • Commenta
1 giugno 2006

Università sempre più on-line

Sono stati presentati ieri i risultati dell’indagine internazionale “l’Università verso l’e-learning: Finlandia, Francia ed Italia a confro

Sono stati presentati ieri i risultati dell’indagine internazionale “l’Università verso l’e-learning: Finlandia, Francia ed Italia a confronto”. Lo studio, guidato dalla Crui (la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) ha evidenziato un significativo e diffuso aumento del cosiddetto e-learning, ovvero l’utilizzo degli strumenti dell’information and communication technology: in modo particolare internet.
Anche se in maniera ancora disomogenea fra nord (78,6 %), centro (50 %) e sud (52,9 %) le Università italiane registrano comunque un apprezzabile sviluppo della didattica on-line: cresciuta in maniera esponenziale a partire dal 2002 (secondo i dati della Crui è presente in due atenei su tre) è destinata ad affermarsi come immancabile parte dell’offerta formativa dell’istruzione universitaria. Nonostante sia apprezzato dagli studenti (90,2 %) soprattutto per la sua flessibilità, qualità, e possibilità di rivolgersi anche a chi lavora, l’e-learning è però frenato sia dagli alti costi di gestione, sia dalla diffidenza di buona parte del corpo docente (78,9 %) che si mostra scettico di fronte al matrimonio tra didattica e nuove tecnologie. La preoccupazione di fondo è dovuta al possibile ribaltamento tra ‘pedagogia’ e ‘tecnologia’ che avrebbe conseguenze negative soprattutto sulla qualità della didattica.

Google+
© Riproduzione Riservata