• Califano
  • Cacciatore
  • Cocchi
  • Buzzatti
  • Tassone
  • Valorzi
  • Coniglio
  • Crepet
  • Rossetto
  • Quaglia
  • Casciello
  • Bonanni
  • Pasquino
  • Baietti
  • Liguori
  • Quarta
  • De Luca
  • Rinaldi
  • Chelini
  • Alemanno
  • Santaniello
  • Leone
  • Meoli
  • Scorza
  • Dalia
  • Grassotti
  • Boschetti
  • Falco
  • Bruzzone
  • Romano
  • di Geso
  • Algeri
  • Mazzone
  • De Leo
  • Paleari
  • Barnaba
  • Napolitani
  • Gnudi
  • Miraglia
  • Ward
  • Catizone
  • Romano
  • Andreotti
  • Gelisio
  • Carfagna
  • Bonetti

Radio F2: Federico II on-air. An insight View

11 Luglio 2006
.
19/04/2021

E così si è arrivati alla fine.

La fatidica svolta. Dopo mesi di lavoro ed apprendimento, di ore a seguire i corsi ed imparare metodi e E così si è arrivati alla fine. La fatidica svolta. Dopo mesi di lavoro ed apprendimento, di ore a seguire i corsi ed imparare metodi e linguaggi della radio, la presentazione ufficiale. E così la prima parte del progetto RadioF2 radiolab è conclusa. Nel migliore dei modi, dato che a sancire la nascita della radio d’ateneo è stata una conferenza stampa in cui il canale è stato presentato dal rettore Guido Trombetti, dall’assessore regionale all’Università Teresa Armato, dall’assessore provinciale alle Politiche Formative Angela Cortese, dalla preside della Facoltà di Sociologia e responsabile del Progetto Radio d’Ateneo Enrica Amaturo, dal direttore del Coinor, Centro d’Ateneo per la comunicazione e l’innovazione organizzativa e responsabile del progetto Campus Campania in cui rientra la radio, Giuseppe Zollo.
Già da qualche mese era possibile ascoltare la radio sul sito www.radiof2.unina.it, ma adesso è ufficiale: è pronto il contenitore che potrà essere riempito solo grazie al contributo degli studenti, in primis quei 50 che hanno lavorato, e continueranno nei prossimi mesi a lavorare, al progetto, poi con i suggerimenti di tutti gli altri, che con l’ateneo abbiano anche solo un minimo contatto. Per ora collegandosi al sito sarà possibile ascoltare uno streaming continuo di canzoni e di jingle, tra cui diversi effettuati con la partecipazione di interpreti anche internazionali. In costruzione, però, ci sono numerosi programmi e format, secondo un palinsesto che sarà molto variegato, passando dall’informazione (universitaria, sopratutto) all’orientamento, dall’intrattenimento alla musica di qualità, e cercando di coinvolgere, coinvolgere il più possibile, anche i professori, proprio per mettere in collegamento e dare all’ateneo una voce unica, globale, gradevole per tutti.

© Riproduzione Riservata