• Romano
  • Crepet
  • Andreotti
  • Quaglia
  • Ward
  • Algeri
  • Ferrante
  • Liguori
  • Baietti
  • Gelisio
  • Meoli
  • Boschetti
  • Quarta
  • Napolitani
  • De Luca
  • Buzzatti
  • Alemanno
  • Chelini
  • Cacciatore
  • Catizone
  • Paleari
  • Rinaldi
  • Bruzzone
  • Tassone
  • Leone
  • Pasquino
  • Romano
  • Dalia
  • Scorza
  • Miraglia
  • Falco
  • Coniglio
  • di Geso
  • Rossetto
  • Casciello
  • Califano
  • Bonanni
  • Barnaba
  • Mazzone
  • Santaniello
  • Cocchi
  • Valorzi
  • Gnudi
  • De Leo
  • Bonetti
  • Carfagna
  • Grassotti

Telenovela Zidane

14 Luglio 2006
.
25/09/2021

Il caso Zidane-Materazzi sta diventando una vera e propria telenovela, ricca di colpi di scena, da far impallidire le celebri serie televisive Bea Il caso Zidane-Materazzi sta diventando una vera e propria telenovela, ricca di colpi di scena, da far impallidire le celebri serie televisive Beautiful e Dallas.



Il fatto in questione, avvenuto a pochi minuti dalla fine della storica partita Italia-Francia di qualche giorno fa, che ha decretato gli azzurri Campioni del mondo, è l’incresciosa testata che Zidane ha rifilato sul petto del difensore Materazzi, e che ha poi causato l’espulsione del francese.
Moviolisti di tutto il mondo hanno lavorato sodo per cercare l’inquadratura migliore che riuscisse a far luce sul precedente battibecco tra i due giocatori che ha provocato l’ira di Zizou. Il labiale dei due è stato decifrato in tutti i modi, senza però giungere a nessuna conclusione veritiera. Solo tante voci, messe in giro un pò precipitosamente, senza rendersi conto dei gravi danni che possono causare. La più imbarazzante è stata sicuramente l’ipotesi che Materazzi abbia dato del “terrorista” al francese di origini algerine. Ciò ha provocato violente reazioni nel mondo politico e la rabbia dei fondamentalisti islamici, che minacciano di morte il difensore azzurro su alcuni siti internet.
In Italia ricordano come Zidane non sia nuovo a questi scatti di rabbia, visti gli illustri precedenti: nel mondiale del 1998, in cui “passeggiò” su un giocatore dell’Arabia Saudita a terra, e nell’ottobre del 2000, altra testata questa volta con vittima un giocatore dell’Amburgo in una partita di Coppa.
E mentre per le strade delle maggiori città d’Italia, ai cori “forza azzurri!” e “campioni del mondo!”, si aggiungono slogan contro Zidane, la madre del numero dieci francese, probabilmente informata di presunti insulti di Materazzi su di lei, ha dichiarato esplicitamente che l’azzurro va castrato.
A quattro giorni di distanza dal fatto, dopo continue voci e illazioni, i due giocatori sono stati quasi costretti a dire la loro verità. Zidane lo ha fatto di fronte alle telecamere dell’emittente francese Canal Plus, dichiarando di aver perso la testa dopo insulti ricevuti sulla madre e sulla sorella, e che “certe frasi sono più violente di un cazzotto”. Materazzi in un comunicato ha risposto qualche ora dopo, sostenendo che lui non ha fatto insulti di natura politica o religiosa, nè tantomeno ha offeso la madre, visto che la sua l’ha persa a 15 anni e non si permetterebbe mai.
Si potrebbe aggiungere che, come spesso accade in questi casi, la verità sta nel mezzo e molto probabilmente l’insulto era destinato esclusivamente alla sorella, ma sarebbe un discorso di bassissimo spessore.
Ora la Fifa ha aperto un’inchiesta disciplinare sul caso.
La telenovela continua.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata