• Google+
  • Commenta
23 agosto 2006

Estate: stop all’abbandono degli animali, si all’adozione

Come ogni anno, con l’arrivo dell’estate, inizia l’esodo delle vacanze e tutti si godono il meritato riposo dopo una stagione lavorativa fuggendo daCome ogni anno, con l’arrivo dell’estate, inizia l’esodo delle vacanze e tutti si godono il meritato riposo dopo una stagione lavorativa fuggendo dalla città ma con esso si riapre il tema dell’abbandono degli animali. La Lav, Lega Antivivisezione, tramite il suo slogan “ Abbandonare la città non è un reato. Abbandonare gli animali, sì ” cerca di sensibilizzare i cittadini italiani e ricordare loro che i fedeli amici a quattro zampe non sono dei peluches con cui giocare finché piccoli e da gettar via come giocattoli vecchi una volta in età adulta: sono esseri viventi in grado di trasmettere tanto affetto! Come è noto l’interazione uomo-animale presenta importanti valenze emozionali, cognitive, formative, assistenziali e terapeutiche che vanno promosse, tutelate e valorizzate all’interno della società.
Quest’anno con grande sorpresa abbiamo riscontrato un flusso controcorrente rispetto al triste scenario a cui eravamo abituati; ebbene si , possiamo affermare che i dati parlano chiaro: i canili segnalano un aumento delle adozioni di tutti i loro accolti. Centocinquanta adozioni a fronte di 142 ingressi e 3734 telefonate ricevute a fronte di 1799 visitatori. Sono questi i numeri del canile romano della Muratella registrati solo nel mese di Agosto. I dati sono stati comunicati nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nella Sala delle Bandiere in Campidoglio e tenuta da Monica Cirinnà, delegata del sindaco alle Politiche per gli animali e
dal sindaco Walter Veltroni stesso. “ Tutto ciò è stato possibile – afferma Cirinnà – grazie alle nostre strutture che funzionano a regime e in accordo con il nostro punto di forza: le associazioni di volontariato”.
Per la prima volta a Roma il numero degli animali adottati è superiore a quello degli abbandonati e questo è frutto di una “cultura di civiltà”. Così il sindaco, Walter Veltroni, ha commentato i sorprendenti risultati presentati nel corso della conferenza stampa sulle adozioni di cani nella capitale per quel che concerne il mese di agosto. Il sindaco tende a mettere in evidenza l’importanza di questo risultato , della cultura delle adozioni in quanto ” prodotto del lavoro di questi anni, dello sforzo che sta facendo tutta una amministrazione con un grado di sensibilità che non ha paragoni”.
Si tratta dunque di una vittoria per l’Ufficio dei Diritti degli Animali del Campidoglio e le Associazioni di volontariato – ha proseguito Cirinnà – e questo solo grazie all’impegno dell’amministrazione che si attivata riuscendo in soli quattro anni ad ottenere ottimi risultati. Quattro anni fa Muratella era un cantiere, al cinodromo si scommetteva sulle corse tra cani, non esistevano le oasi feline.
Cirinnà ha sottolineato che l’adozione è un atto di responsabilità e che un cane non è un peluche da adottare in casa perché è bello, per far giocare i bambini finchè non diventa ingombrante; sono esseri viventi a cui si deve assicurare il meglio e non mandarli incontro a sofferenze ed al trauma dell’abbandono da cui potrebbero anche non riprendersi.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy