• Google+
  • Commenta
3 agosto 2006

Ferrara: Master in didattica, divulgazione e nuovi media nell’antichità

Attivato nel 1998 dal Dipartimento di Scienze Storiche della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Ferrara e diretto dal proAttivato nel 1998 dal Dipartimento di Scienze Storiche della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Ferrara e diretto dal professor Livio Zerbini, il master in “Didattica, divulgazione e nuovi media nell’antichità” si pone come obiettivo formativo per i suoi studenti, che vanno da un minimo di 20 fino ad un massimo di 40 allievi ammessi, l’apprendimento delle più avanzate competenze teoriche, metodologiche ed operative relative alla didattica dell’Antico, la realizzazione di percorsi di divulgazione culturale e l’utilizzo dei principali strumenti informatici e della comunicazione negli specifici ambiti di competenza. La didattica ha inizio con una parte teorica dedicata alle più recenti teorie in materia di comunicazione dei beni culturali; poi si affrontano alcune attività di laboratorio, volte alla realizzazione di un documentario oppure di ricostruzioni in computer grafica tridimensionale. Particolarmente curato anche l’approfondimento rivolto all’analisi del linguaggio per la costruzione di testi, sia per il giornalismo scientifico che per la comunicazione in ambito museale. Tra le materie oggetto di studio ci sono la didattica dell’antico, le fonti della storia antica, scuola e didattica dell’antico, fare didattica con le fonti, storia e territorio, divulgazione e comunicazione dell’antico, antichità e nuovi media. Infine, per gli studenti ammessi al corso, lo stage di 200 ore sarà un’ottima occasione per entrare in contatto con musei, siti archeologici, aziende di produzione multimediale e televisioni. Con un occhio, dunque, agli eventuali sbocchi lavorativi.

Google+
© Riproduzione Riservata