• Google+
  • Commenta
14 agosto 2006

I master del futuro alla Federico II

Per una vita universitaria che si allunga, ecco in arrivo master sempre nuovi. Alla Federico II di Napoli, per il 2006/2007, c’è l’imbarazzo dePer una vita universitaria che si allunga, ecco in arrivo master sempre nuovi. Alla Federico II di Napoli, per il 2006/2007, c’è l’imbarazzo della scelta. La Facoltà di Agraria propone corsi che vanno dalla preparazione di esperti di agricoltura biologica e sicurezza alimentare a professionisti in grado di ottimizzare la gestione e promuovere la salvaguardia del territorio.
I neo-dottori in Architettura potranno optare per un percorso formativo che gli offra la possibilità di specializzarsi dall’architettura del territorio alla progettazione e al recupero architettonico, urbano e ambientale, mediante l’utilizzo di tecnologie innovative. I master della facoltà di economia propongono strategie che contemplino le relazioni internazionali, approfondendo anche metodologie economiche per lo sviluppo di realtà territoriali. I neo-ingegneri potranno continuare la loro formazione attraverso corsi per diventare esperti della lavorazione dell’acciaio, oltre che nel campo delle tecnologie aeronautiche e di quelle di nuova generazione.
Ma il master più innovativo sembra essere quello di II livello in Metodi e Tecnologie informatiche per il trattamento semantico e giuridico di documenti giuridico-amministrativi. L’obiettivo è quello di formare professionisti che sappiano operare nei sistemi emergenti di e-commerce e e-government, di interesse sia nella Pubblica amministrazione che nel settore privato. Per quest’ultimo master, inoltre, sono previste borse di studio che coprono l’intera quota d’iscrizione per i 18 candidati più meritevoli.
La facoltà di Lettere e Filosofia propone tre master. “Biblioteconomia, archivistica e metodologia della ricerca” della durata di due anni che si propone di creare competenze nel mondo bibliotecario. “Politiche culturali europee” della durata di un anno e che intende formare professionisti in grado di elaborare e gestire politiche culturali in ambito europeo. “Specialista della prevenzione psicomotoria nella prima infanzia” della durata di un anno il cui obiettivo è quello occuparsi di prevenzione psicomotoria nell’età evolutiva.
Formare esperti in controllo e sicurezza alimentare, è l’obiettivo del master di I livello in “Biotecnologie genetiche per la qualità e la sicurezza dei prodotti alimentari”, mentre la facoltà di Scienze politiche propone un master in “Auditing e controllo interno”, che promuoverà figure professionali nel campo della revisione e dell’amministrazione aziendale.
Orizzonti sempre più aperti, dunque, per i giovani attenti alle professioni del futuro.

Google+
© Riproduzione Riservata