• Google+
  • Commenta
23 agosto 2006

Professionisti in sicurezza e igiene sul lavoro con un corso di perfezionamento a Trieste

Consegnati lo scorso 19 luglio, all’Università di Trieste, gli attestati di frequenza con verifica di apprendimento ai ventitre neo-profe

Consegnati lo scorso 19 luglio, all’Università di Trieste, gli attestati di frequenza con verifica di apprendimento ai ventitre neo-professionisti che hanno seguito con profitto il corso di perfezionamento in “La gestione della sicurezza e dell’igiene nei luoghi di lavoro”. Il corso ha fornito la formazione in materia di prevenzione e protezione dei rischi lavorativi, i cui contenuti sono stati definiti dall’accordo tra il Governo e le Regioni e Province autonome (pubblicato sulla G.U. del 14.2.06), per poter svolgere la funzione di Responsabile (RSPP) e rispettivamente di Addetto (ASPP) del Servizio di prevenzione e protezione, di cui al decreto legislativo 19 settembre 1994, n° 626. Hanno ricevuto l’attestato anche gli studenti di Ingegneria che hanno frequentato i due corsi semestrali denominati rispettivamente “Sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro” e “Sistemi integrati di gestione della sicurezza”, i cui contenuti coincidono con quelli richiesti dal citato accordo stato-regioni. Nel suo intervento introduttivo il preside di Ingegneria Iginio Marson ha sottolineato la scelta della facoltà di considerare strategica la formazione in materia di sicurezza sul lavoro, nei confronti sia degli studenti sia dei professionisti esterni. Il preside Marson, a dimostrazione dell’impegno della facoltà, ha informato che l’offerta formativa, con analoghe caratteristiche, verrà estesa nel prossimo anno accademico anche alla sede di Ingegneria di Pordenone. Umberto Laureni, responsabile del progetto formativo, ne ha evidenziato la doppia valenza. Da un lato, con i corsi di perfezionamento, si formano i professionisti della prevenzione nei luoghi di lavoro così come richiesto dalla legge; dall’altro, con i corsi semestrali, si tende a diffondere trasversalmente al maggior numero di studenti la necessaria cultura di base della prevenzione. Laureni ha inoltre messo in evidenza che con il Corso di perfezionamento si è sperimentata una promettente collaborazione con docenti provenienti dall’Università di Udine, che apre prospettive per un coordinamento più articolato. Dopo aver espresso il suo apprezzamento per le iniziative messe in atto dall’Università di Trieste, Roberto Cosolini, assessore regionale al lavoro, alla formazione, all’università e alla ricerca si è soffermato sull’esigenza di fare sistema tra i due atenei. Al riguardo ha assicurato la particolare attenzione del suo assessorato nei confronti di quei progetti che evidenzieranno forme effettive di collaborazione tra le università di Trieste e di Udine. Cosolini ha concluso il suo intervento con un richiamo alla legge regionale 18/2005, ricordando come l’intero sistema formativo regionale (dall’apprendistato ai percorsi di istruzione e formazione professionale) debba prevedere momenti di formazione/informazione in materia di sicurezza sul lavoro.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy