• Google+
  • Commenta
23 agosto 2006

Unicam: applausi a scena aperta

E’ stata appresa con entusiasmo, dall’intera comunità accademica camerte, la notizia del conferimento al Prof. Fabio Marchesoni, docente de

E’ stata appresa con entusiasmo, dall’intera comunità accademica camerte, la notizia del conferimento al Prof. Fabio Marchesoni, docente del Dipartimento di Fisica, dell’“Alexander von Humboldt Research Award 2006”, un premio che l’omonima fondazione tedesca attribuisce a ricercatori altamente qualificati e non residenti in Germania, per la promozione della cooperazione internazionale nella ricerca e l’acquisizione di importanti contatti accademici per lo sviluppo di una rete attiva di ricercatori a livello mondiale.

Numerosi, inoltre, sono i lavori scientifici realizzati da docenti e ricercatori Unicam che hanno, di recente, ottenuto importanti riconoscimenti dalla stampa internazionale. Fra questi un articolo redatto da alcuni docenti del Dipartimento di Scienze della Terra (tra i quali anche l’appena scomparso Giuseppe Cello) in relazione ad uno studio sul carbonato della montagna Majella e pubblicato, nei giorni scorsi, dal Journal of Structural Geology, una delle più prestigiose riviste nel campo della geologia. Non è da meno il Dipartimento di Matematica e Informatica, che ha visto pubblicare dall’autorevole rivista “Science of Computer Programming”, dedicata alla diffusione dei risultati della ricerca nell’area dei sistemi di sviluppo di software, un lavoro alla cui stesura ha preso parte il Prof. Flavio Corradini dal titolo “On relating functional specifications to Architectural specifications: A case study” e che tratta la validazione a più livelli di astrazione di sistemi software rispetto ai loro requisiti funzionali iniziali. “L’obiettivo – spiega il Prof. Corradini, Presidente dei corsi di laurea in Informatica di Unicam – è quello di anticipare, già alle fasi di progettazione, l’individuazione di potenziali malfunzionamenti del software. La teoria sviluppata viene descritta nel contesto di un caso di studio piuttosto complesso: il sistema AEGIS GeoServer Simulation Testbed, un sistema di difesa missilistico e radar istallato su navi da guerra americane”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy