• Google+
  • Commenta
11 settembre 2006

Catanzaro: nuova frontiera della medicina

“prevenire è meglio che curare” recita un vecchio proverbio popolare. A questa filosofia si ispira la nuova frontiera della medicina. Riuscire “prevenire è meglio che curare” recita un vecchio proverbio popolare. A questa filosofia si ispira la nuova frontiera della medicina. Riuscire a diagnosticare in maniera precoce e preventiva le patologie, significherebbe, infatti, vincerle sul nascere. Solo che la difficoltà maggiore risiede proprio nella prevenzione. Sembra tuttavia che questa possa realizzarsi attraverso l’ integrazione tra scienze informatiche, biotecnologie, discipline mediche e ingegneristiche. Protagonista della sperimentazione di questo innovativo settore biomedico è senza dubbio l’Università Magna Grecia di Catanzaro. “Le prospettive di questo settore – ha detto il professor Priami – sono molto buone perché attraverso lo studio informatico di questi modelli, che rappresentano l’evoluzione delle malattie, si possono prevedere dei comportamenti e quindi é possibile procedere verso una medicina personalizzata e preventiva di patologie complesse. Siamo ancora gli inizi, ma questi primi risultati ci fanno essere fiduciosi sul fatto che questa disciplina possa evolversi positivamente in futuro. Ora é necessario creare una massa critica di persone che lavorino intorno a questo settore nuovo”.

Google+
© Riproduzione Riservata