• Google+
  • Commenta
27 settembre 2006

Economia ad Urbino = studenti in wireless

Sono intervenuti il Preside, prof. Giancarlo Ferrero, il coordinatore del progetto, prof. Laerte Sorini, l´amministratore delegato di Retematic

Sono intervenuti il Preside, prof. Giancarlo Ferrero, il coordinatore del progetto, prof. Laerte Sorini, l´amministratore delegato di Retematica, dott. Daniele d´Alba, il direttore del Centro di Calcolo della Facoltà, prof. Luciano Stefanini, il responsabile del progetto Urbino Wireless Campus, prof. Alessandro Bogliolo, il responsabile del Centro Servizi Associati della Comunità montana del Catria e del Nerone, dott. Lucio Guerra.

Nel corso del seminario sono stati illustrati, anche con dimostrazioni pratiche, i servizi che la Facoltà attualmente offre agli studenti dell´Ateneo tramite la rete wireless, realizzata in collaborazione con la società Retematica, che pongono la Facoltà di Economia di Urbino all´avanguardia in questo campo. Si tratta di servizi di grande utilità per gli studenti, che possono organizzare meglio il loro tempo, disporre rapidamente di un´ampia gamma di informazioni, ampliare le possibilità di fare ricerca.

Come ha sottolineato il preside Ferrero, il progetto va collegato ad un ampio quadro di iniziative promosse dalla Facoltà e rivolte: 1) ad agevolare e qualificare i percorsi di studio degli studenti, mediante un collaborativo rapporto con i docenti, l´offerta di servizi e l´organizzazione della didattica e degli esami; 2) a formare professionalità specifiche nel campo delle ICT, mediante il curriculum in Gestione Informatica d´Impresa, inserito nel corso di laurea in Economia Aziendale; 3) a promuovere un efficace utilizzo da parte delle imprese e delle amministrazioni pubbliche delle ICT, mediante una intensa attività di ricerca, che ha portato a realizzare vari convegni, pubblicazioni e studi, l´ultimo dei quali è stato un progetto Cipe su: “La valorizzazione delle ICT (Information and Communication Technologies) per la qualificazione e lo sviluppo delle Piccole Imprese Marchigiane”.

Il prof. Sorini ha illustrato i servizi resi disponibili dalla rete wireless ed ha spiegato come essa sia frutto di una proficua e pluriennale attività di ricerca e di sperimentazione, che ha coinvolto docenti e studenti della Facoltà.

Il dott. D´Alba ha illustrato le principali tecnologie wireless Townet e i metodi di autenticazione più innovativi di cui dispone l´impianto della Facoltà di Economia, che hanno trovato importanti riconoscimenti a livello nazionale.

Tra i principali esempi, di come tali tecnologie wireless possano essere di concreto aiuto allo sviluppo di vasti territori, è stata presentata da Lucio Guerra la nuova rete Townet che copre cinque comuni del territorio della Comunità Montana del Catria e del Nerone, ideata come soluzione al digital divide e come veicolo per la distribuzione di servizi di e-government innovativi.

Il prof. Stefanini ha presentato il curriculum di studi in Gestione Informatica d´Impresa, sottolineando che esso è finalizzato alla formazione di figure professionali preparate ad introdurre e gestire nelle aziende le numerose innovazioni strategico-organizzative basate o veicolate dalle tecnologie dell´informazione e delle comunicazioni. Ha inoltre ricordato che il Centro di Calcolo è Test Center autorizzato per rilasciare il certificato informatico ECDL (European Computer Driving Licence) Base e Advanced, la cosiddetta “patente informatica europea”.

Il prof. Bogliolo ha spiegato come il progetto di Economia si colloca rispetto al progetto Urbino Wireless Campus, recentemente presentato.

Illustrazione progetto

La Facoltà di Economia ha iniziato la sperimentazione, in collaborazione con la ditta Retematica e sotto la guida di Laerte Sorini, docente di Reti e Internet, nel giugno 2003 installando le prime antenne wireless. Oggi la connettività in wireless, possibile nelle aree destinate agli studenti all´interno della Facoltà, consente, senza il bisogno software specifici sulle macchine, di collegarsi ad Internet, potendo così:

– avere accesso diretto alle informazioni su orari, appelli, materiale scaricabile ecc. e poter consultare i cataloghi della biblioteca, Tali servizi sono stati resi fruibili senza la necessità di possedere un account ( in uno spazio di “No Password Area” definito anche “Wallet Garden”), per cui l´utente che “aggancia” la rete wireless di Facoltà ha la possibilità di poter consultare e utilizzare i servizi offerti da una lista di siti (nella fattispecie www.econ.uniurb.it e www.uniurb.it e www.wireless-campus.it ) senza il bisogno né di configurare nulla né di avere un account.

– sfruttare tutti i servizi offerti da internet quali posta elettronica, navigazione web, telefonia su internet ecc.

In collaborazione con l´ERSU di Urbino la connettività wireless è stata portata anche ai collegi universitari. Questo collegamento è operativo dal giugno 2006. Con esso tutti i servizi attualmente fruibili solo dalla Facoltà di Economia vengono “decentrati” e trasportati ai Collegi Universitari. Ciò permette, ad esempio, di utilizzare i servizi offerti dalla Biblioteca di Economia, quali consultazione dei periodici on line ecc., senza dover collegarsi via modem al centralino di ateneo per l´ottenimento di un IP valido al fine della consultazione dei medesimi.

La rete wireless di Facoltà è arrivata ad avere, al 15 settembre 2006, 371 utenti registrati. Lo studente che vuole adoperare la rete WiFi di Facoltà ne fa richiesta e dopo la compilazione di un modulo in cui vengono riportati i suoi dati personali gli viene conferita una user e una password personale.

Il progetto ha portato ad avere la certificazione dalla WiFi Alliance il 16 marzo 2005 (la terza in italia) e su questa rete sono state fatte sperimentazioni di vario tipo che in particolare hanno portato alla realizzazione di diverse tesi e tra cui alcune hanno ricevuto riconoscimenti speciali dalla fondazione “Ugo Bordoni”( http://www.fub.it/). Tra i principali partecipanti all´evento, va ricordata la presenza di Ericsson, che ha manifestato grande interesse alle tecnologie Townet.

Google+
© Riproduzione Riservata