• Google+
  • Commenta
22 settembre 2006

Federico II: Caro vecchio statino, addio

È la novità dell’anno accademico, e anche se in via sperimentale, potrebbe divenire il mutamento più apprezzato dagli studenti unive

È la novità dell’anno accademico, e anche se in via sperimentale, potrebbe divenire il mutamento più apprezzato dagli studenti universitari negli ultimi anni accademici.
La rivoluzione che tutti hanno già gradito – anche se non ancora partita ufficialmente – e che nessuno avrebbe mai immaginato, riguarda i tanto amati-odiati statini. Ebbene sì, parliamo dei celeberrimi “foglietti bianchi” che puntualmente torturiamo prima di un appello orale e che spesso ricompiliamo più e più volte perché magari in preda al nervosismo pre-esame.
Da quest’anno tutto questo potrebbe non accadere mai più.
La Federico II di Napoli infatti, ha avviato da metà settembre un servizio sperimentale di statini e camicie telematiche che vanno compilate immediatamente dopo il conseguimento dell’esame, e che registrano in tempo reale l’appello, il voto e l’esame nel curriculum accademico del laureando snellendo notevolmente i tempi di registrazione degli esami, problema che invece hanno in molti n alcune facoltà dell’Ateneo di Salerno.
La novità riguarda per ora ancora pochi fortunati: le aule multimediali messe a disposizione dall’università partenopea sono appena dodici, per un totale di 368 postazioni già connesse in rete; ma se l’esperimento andrà a buon fine – cosa molto probabile – già entro Natale le aule dovrebbero raddoppiare.

Google+
© Riproduzione Riservata