• Google+
  • Commenta
15 settembre 2006

Ferrara: 40 giorni di cultura per festeggiare il 616° anno accademico

Presentato oggi in Rettorato “UNIfe CULTURE, Speciale Inaugurazione Anno Accademico”, rassegna di quaranta giorni di incontri scientifici, confere

Presentato oggi in Rettorato “UNIfe CULTURE, Speciale Inaugurazione Anno Accademico”, rassegna di quaranta giorni di incontri scientifici, conferenze, mostre e spettacoli che si terrà dal 18 settembre al 29 ottobre, in occasione dell’inaugurazione del 616° anno accademico dalla fondazione dell’Università di Ferrara.

Proporre eventi culturali e di divulgazione rivolti non solo agli studenti, ma anche a un pubblico più vasto, è diventato ormai abituale per l’Università di Ferrara. Conferenze, convegni, seminari, rappresentazioni teatrali, lezioni, concerti, mostre, rassegne d’arte e di cinema, incontri di divulgazione scientifica, vengono raccolti ogni mese sotto l’insegna di UNIfe CULTURE. Che in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico, il 616° dalla fondazione dell’Ateneo, diventa per la prima volta un cartellone di oltre quaranta eventi, a cornice della cerimonia di inaugurazione cui prenderà parte quest’anno anche il Ministro dell’Università e della Ricerca On. Fabio Mussi. “Quella del Ministro Mussi è una presenza di grande prestigio per l’Ateneo e costituisce un evento importante per l’intera città”, ha dichiarato il Magnifico Rettore Patrizio Bianchi, in occasione della presentazione in Rettorato delle iniziative che incorniceranno l’inaugurazione dell’anno accademico, in programma il 23 ottobre. Una data fondamentale per la vita dell’Ateneo, che l’Università di Ferrara ha deciso quest’anno di condividere con l’intera città, invitando tutti i ferraresi dentro e fuori le sue strutture, per vivere assieme quaranta giorni densi di incontri, dibattiti, mostre e spettacoli, di tutte le culture che sempre più l’Ateneo vuole vivere assieme a tutti i ferraresi. “Per l’Università di Ferrara fare cultura non è soltanto offrire una formazione universitaria agli studenti – ha aggiunto Bianchi – ma anche coinvolgere l’intera città in quaranta giorni di eventi culturali, artistici e di approfondimento come quelli raccolti in questo programma”.
Il calendario di eventi, oltre una quarantina in poco più di un mese, è stato presentato dal Responsabile dell’Ufficio Comunicazione ed Eventi Dr. Andrea Maggi.
“L’apertura dell’anno accademico 2006/07, il 616° dalla fondazione dell’Ateneo, sarà caratterizzato da oltre un mese fitto di iniziative culturali”, ha illustrato Maggi.
Il calendario, anticipato lo scorso 11 settembre dall’inaugurazione della sede dello IUSS – Ferrara 1391, l’Istituto Universitario di Studi Superiori, partirà ufficialmente il 18 settembre con il XXXV congresso nazionale di Cristallografia per proseguire poi per tutto ottobre. Martedì 19 partiranno gli appuntamenti musicali: “Si comincia in Aula Magna con il concerto dell’International Academy for young Orchestra Musicians Gustav Mahler e poi il 3 ottobre con il concerto Queen & the choir del coro dell’Università”, ha precisato il Responsabile dell’Ufficio Comunicazione ed Eventi.

E ancora, il Conservatorio Frescobaldi accompagnerà il primo dei “Caffè delle scienze”, iniziative divulgative in cui i professori dell’Università di Ferrara, in pub e locali della città, incontreranno i cittadini per parlare di temi scientifici di attualità. Non mancherà una cornice musicale al giorno clou di questo calendario, quello in cui l’Università assieme al Ministro dell’Università e Ricerca Fabio Mussi aprirà il 616° anno accademico. Dopo la cerimonia di inaugurazione e la tavola rotonda sul rapporto tra ricerca scientifica, innovazione tecnologica e industria farmaceutica, la giornata si concluderà al Teatro Comunale con il Mozart dell’orchestra Città di Ferrara. Non solo musica, ma anche la possibilità di visitare i tesori il cui splendore l’Università sta restituendo alla città: come Palazzo Bevilacqua Costabili, nuova sede di Economia, che verrà aperto ai cittadini martedì 24 ottobre e che il giorno successivo ospiterà la CRUI, Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, con il convegno “Viaggio della ricerca in Italia”. Ricerca e innovazione saranno protagoniste anche mercoledì 11 ottobre al Polo Scientifico Tecnologico di Via Saragat, quando il Ministro per le Riforme e l’Innovazione nella Pubblica Amministrazione Luigi Nicolais incontrerà la ricerca ferrarese e visiterà gli spin-off dell’Università, prima di presenziare la tavola rotonda curata dall’Associazione dei Comuni del Copparese, nel Teatro De Micheli di Copparo.
Infine, anche due mostre in calendario: quella dedicata agli elefanti (Palazzo Turchi di Bagno, C.so Ercole d’Este 32, dal 29 settembre al 1 dicembre) e la mostra “Il Fiume delle Perle. L’Università di Ferrara in Cina”, che dal 10 ottobre presenterà ai ferraresi le attività di ricerca e formazione che l’Ateneo estense ha intrapreso in Cina.
Non mancherà in questa kermesse una performance del CTU, il Centro teatrale universitario, che mercoledì 18 ottobre inscenerà lo spettacolo “La centesima scimmia”.
E poi, tante le conferenze, gli incontri scientifici, gli spazi di dibattito. Di particolare importanza il congresso mondiale dedicato alle cure psicosociali in Oncologia (IPOS 2006) e l’incontro con una delle creatrici di profumi più nota al mondo, Laura Tonatto.
“Mettere assieme questa rassegna di eventi ha comportato uno sforzo notevole e rappresenta una novità in campo universitario – ha concluso Patrizio Bianchi -. Realizzando questo programma di eventi, in alcuni casi in collaborazione con realtà culturali e istituzionali importanti del nostro territorio, l’Università ha voluto ancora una volta coinvolgere la città e sottolineare il senso di appartenenza forte al territorio dove l’Ateneo affonda le sue radici”.

Google+
© Riproduzione Riservata