• Google+
  • Commenta
19 settembre 2006

La notte bianca della ricerca

L’Europa promuove e sostiene la ricerca; in una notte. Il 22 settembre, di fatti, in molte città italiane ed europee si terrà la notte bL’Europa promuove e sostiene la ricerca; in una notte. Il 22 settembre, di fatti, in molte città italiane ed europee si terrà la notte bianca dei ricercatori, evento organizzato e promosso dalla Commissione Europea. La manifestazione, che vedrà il coinvolgimento di molte organizzazioni scientifiche e di ricerca, sarà l’occasione per mostrare al pubblico l’importanza dei ricercatori nel mondo, e la preziosità del loro lavoro, spesso privato dei fondi necessari dagli Stati d’appartenenza. La ricerca è il futuro di tutti. La ricerca è in tutto ciò che vediamo e in tutte le cose di cui quotidianamente usufruiamo. Spesso, però, essa viene accantonata e dimenticata, senza molte spiegazioni. Magari sotto i riflettori della notte, la gente comune potrà capirne meglio l’importanza e il significato. Il pubblico, di fatti, potrà incontrare i ricercatori in un contesto di eventi anche ricreativi e di intrattenimento. Proiezioni di film, musei e centri di ricerca aperti, dimostrazioni delle applicazioni concrete della scienza e dell’utilizzo del laser a raggi x. Un’occasione, insomma, per stimolare il contatto tra giovani e ricercatori, attraverso il dialogo, ma anche il divertimento. Un evento a sostegno di un motivo in più per non risparmiare e tagliare fondi per il futuro di tutti.
L’iniziativa è comunque ancora aperta a proposte ed idee che potranno essere inviate tramite un apposito modulo al sito dei ricercatori europei.

Google+
© Riproduzione Riservata