• Google+
  • Commenta
13 settembre 2006

L’Aquila: al via il Nuovo Corso dell’International School of Space Science

Con la relazione iniziale del Prof. Chian, Direttore del World Institute for Space Environment Research (WISER) si è aperto nei giorni scors
Con la relazione iniziale del Prof. Chian, Direttore del World Institute for Space Environment Research (WISER) si è aperto nei giorni scorsi presso la TILS-Reiss Romoli il nuovo Corso dell’International School of Space Science (ISSS) dedicato a Solar-Terrestrial Physics.

Questo corso si inquadra nell’ambito del Progetto SERSES (Series of Events on Relations in the Sun-Earth System and Space Weather), un programma triennale varato congiuntamente dall’International School of Space Science, dal World Institute for Space Environment Research e dall’Area di Ricerca in Astrogeofisica. SERSES costituisce un’iniziativa di notevolissimo livello scientifico-didattico che verrà interamente articolato a L’Aquila con evidenti sinergie con l’Università degli Studi. Gli appuntamenti del programma SERSES sono previsti con cadenza regolare nella primavera e nell’autunno dei prossimi tre anni.

Come ha sottolineato il prof. Umberto Villante ordinario in Fisica Spaziale presso il Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi dell’Aquila e Direttore dell’International School of Space Science, nel suo indirizzo di saluto, il Programma SERSES, nel recente meeting Meeting del Committee of Space Research a Pechino è stato inserito tra le attività ufficiali di formazione avanzata relative all’International Heliophysical Year.

Come tradizione della Scuola sono presenti in qualità di docenti i più prestigiosi esperti a livello internazionale. E’ da notare, in particolare, che le lezioni saranno tutte tenute dagli scienziati, tra cui lo steso prof. Villante, che stanno curando per conto della Spinger, la pubblicazione di un nuovo testo dedicato alla Fisica dello Spazio e delle Relazioni Sole-Terra.

Selezionati dal Consiglio Scientifico sulla base del loro curriculum professionale, partecipano al corso circa cinquanta giovani ricercatori provenienti, oltre che dall’Italia, da: Stati Uniti, India, Inghilterra, Russia, Brasile, Giappone, Germania, Australia, Romania, Cina e Perù. E’ stata inoltre assicurata la partecipazione ad alcuni giovani fisici abruzzesi che hanno così nuovamente la possibilità di confronto con colleghi provenienti da tutto il mondo e di apprendimento diretto dai più illustri scienziati del settore.

(Per informazioni, Prof. U. Villante: tel. Università 0862-433022; tel. Reiss Romoli 0862-336400)

Google+
© Riproduzione Riservata