• Google+
  • Commenta
11 settembre 2006

Le rappresentazioni sociali: tra memoria collettiva e costruzione della realtà

Si è svolta la scorsa settimana l’ottava Conferenza Internazionale sulle Rappresentazioni Sociali il cui focus è stato il rapporto tra Si è svolta la scorsa settimana l’ottava Conferenza Internazionale sulle Rappresentazioni Sociali il cui focus è stato il rapporto tra media e società.
Lo studio delle rappresentazioni sociali verte sui costrutti di atteggiamenti, social cognition, repertori linguistici e memoria collettiva, analizzati sotto un profilo storico-critico della psicologia sociale. Il concetto di atteggiamento e rappresentazione sociale viene messo a confronto con i punti di vista classici e recenti di atteggiamento.
Le Conferenze Internazionali sulle Rappresentazioni Sociali (ICSR) sono divenute eventi di alta rilevanza per la vastissima comunità scientifica interessata allo studio delle rappresentazioni sociali. Lo studio investe diverse discipline nelle quali la teoria delle rappresentazioni sociali si è progressivamente imposta come una meta-teoria unificante della psicologia sociale, basata su una visione delle relazioni tra scienze sociali, sociologia e antropologia e gli studi sulla comunicazione. E’ proprio all’interno di queste discipline che si è sviluppata la ricerca teorico-empirica, ma anche applicativa, sulle rappresentazioni sociali.
Il prestigio delle conferenze, che vanno oltre lo stretto ambito della psicologia sociale, è testimoniato sia dall’autorevolezza dei relatori fra i quali spicca il Prof. Serge Moscovici autore del libro “Le Rappresentazioni Sociali” (ed. il Mulino, 2005) sia dall’ampio numero di partecipanti. La conferenza è un evento scientifico intrinseco alle attività del So.Re.Com. Thematic Network e costituisce non solo un’occasione di incontro dei vari partner del progetto, ma anche di presentazione e divulgazione dei prodotti scientifici.

Google+
© Riproduzione Riservata