• Google+
  • Commenta
7 settembre 2006

Le Università siciliane rendono onore a Maria Grazia Cutuli

Onorare la memoria di Maria Grazia Cutuli. È il nobile scopo del Premio internazionale di giornalismo intitolato alla giornalista del Corriere Onorare la memoria di Maria Grazia Cutuli. È il nobile scopo del Premio internazionale di giornalismo intitolato alla giornalista del Corriere della Sera, uccisa in Afghanistan nel 2001, ideato dal Comune di Santa Venerina (paese natio della giornalista) e dalle università di Catania, Palermo, Messina ed Enna. Il Premio, articolato in cinque sezioni, prevede riconoscimenti per la stampa estera, italiana e per i giovani reporter emergenti siciliani Le altre due sezioni, inoltre, saranno dedicate alla premiazione delle migliori tesi di laurea sul giornalismo scritte negli ultimi due anni in tutti gli atenei italiani. Un premio di 1500 euro, verrà consegnato per la migliore tesi di laurea specialistica, di dottorato o di vecchio ordinamento. 1000 euro, invece, andranno alla migliore tesi di laurea triennale. Al Premio Maria Grazia Cutuli potranno concorrere solo le tesi con votazione minima 100/110. Ma il riconoscimento per i lavori svolti dai neo-laureati non sarà soltanto di tipo economico. Oltre ai due premi in denaro, infatti, vi saranno segnalazioni di merito (4 per la sezione delle lauree specialistiche, 2 per le lauree triennali) con la possibilità, per vincitori e segnalati, di effettuare uno stage presso il Corriere della Sera. I vincitori verranno scelti per originalità del tema, padronanza di linguaggio e qualità della scrittura, con un occhio di riguardo per quei lavori che tratteranno tematiche di giornalismo di guerra, terrorismo e relazioni internazionali. Le candidature dovranno essere presentate entro il 20 settembre, assieme all’apposita documentazione, alla segreteria del Comune di Santa Venerina uffico Cultura. Per ulteriori informazioni consultate il sito www.comune.santavenerina.ct-egov.it.

Google+
© Riproduzione Riservata