• Google+
  • Commenta
13 settembre 2006

Macerata: la continuità d’impresa come opportunità di inserimento lavorativo

Un tema attualissimo quello del passaggio generazionale o ancor meglio della “continuità competitiva d’impresa”, un tema condiviso da pubblic
Un tema attualissimo quello del passaggio generazionale o ancor meglio della “continuità competitiva d’impresa”, un tema condiviso da pubblico e privato.
L’Università degli Studi di Macerata in collaborazione con il Centro Formazione Marche ha tradotto l’esigenza di occuparsi del passaggio del testimone in un master, il primo in Italia, che forma figure specializzate nel supportare imprenditori senior e junior in progetti di pianificazione aziendale.
Con due edizioni di successo già consolidate, siamo ora alla terza che partirà a fine ottobre del 2006, finanziata come le precedenti dal Fondo Sociale Europeo e dalla Regione Marche (CfM) con la copertura totale di quindici borse di studio.
Il percorso formativo si articola in 1.500 ore di cui 436 in aula, 614 di studio individuale e 450 ore di stage e si svolge mediante una didattica attiva (lezioni in aula, formazione a distanza, esercitazioni, laboratori, testimonianze aziendali).
I contenuti del master sono: il passaggio generazionale nell’economia marchigiana; la continuità nel sistema impresa-famiglia; la gestione della transizione; le caratteristiche personali e professionali del tutor e del coach; la valutazione economico-finanziaria e patrimoniale; la valutazione strategico-organizzativa; il sistema delle regole: aspetti giuridici, societari, fiscali; training e formazione; strategie aziendali per la continuità d’impresa; strategie di marketing.
La formula week-end della frequenza ha funzionato molto bene e verrà confermata anche in questa edizione: il venerdì e il sabato in aula e dal lunedì al giovedì in stage, in azienda o nel mondo dei servizi alle imprese.
Gli obiettivi professionali delle figure formate si concretizzano soprattutto nell’inserimento in società di consulenza, in associazioni di categoria e nelle pubbliche amministrazioni, enti sempre più attenti alle problematiche legate al ricambio generazionale e allo sviluppo imprenditoriale in genere.
Per iscriversi: compilare la domanda su apposito modulo disponibile sul sito dell’Ateneo di Macerata, www.unimc.it – didattica – master e corsi di perfezionamento. Master in “Esperto in processi di sviluppo generazionale”. La scadenza è il 2 ottobre.
Per informazioni: Università di Macerata, www.economiamc.org/mastergenerazionale, telefono 0733.258000, o CfM, telefono 071.2133501, info@consorziocfm.com

Le figure in uscita

Il tutor

È la persona che assume il ruolo di guida e di facilitatore del percorso di inserimento e apprendimento del giovane futuro imprenditore. Segue il futuro imprenditore lungo il suo percorso formativo, soprattutto nelle fasi relative al training aziendale; redige, insieme al senior, un piano formativo che tenga conto delle caratteristiche dell’azienda e del giovane; assegna dei compiti al successore nell’ambito delle aree aziendali in cui si trova di volta in volta ad operare; monitora i risultati ottenuti, fornendo supporto senza suggerire soluzioni; coordina i contributi di eventuali consulenti esterni o manager esperti nelle singole aree aziendali.

Il coach

È la persona che assume il ruolo di guida e di facilitatore del percorso di formazione personale del giovane futuro imprenditore.
Segue un approccio orientato verso la gestione dei rapporti psicologici del passaggio generazionale; segue il successore in modo individuale e personalizzato, svolgendo un programma di sviluppo del talento potenziale; permette al giovane imprenditore di ampliare i propri orizzonti scovando le proprie risorse interiori, senza suggerire le soluzioni giuste; attraverso l’ascolto attivo collega le varie realtà e personalità investite dal passaggio generazionale.

Google+
© Riproduzione Riservata