• Google+
  • Commenta
13 settembre 2006

Macerata: tutta l’Università in un computer

Frequentare a distanza Giurisprudenza, Lettere, Scienze della formazione e Scienze politiche. L’Università degli studi di Macerata increment
Frequentare a distanza Giurisprudenza, Lettere, Scienze della formazione e Scienze politiche. L’Università degli studi di Macerata incrementa il servizio di didattica on-line, pensata per venire incontro alle esigenze degli studenti che hanno maggiori difficoltà a seguire in presenza le lezioni. Per questo è stato attivato il sito apposito, http://celfi.unimc.it/online.
Con la didattica a distanza è possibile usufruire di servizi che forniscono supporti e materiali aggiuntivi alle lezioni, ai laboratori e ai tirocini indiretti. Lo studente ha a disposizione un ambiente di apprendimento on line personalizzato, dove può trovare i materiali di studio (dispense predisposte dal docente, lezioni audio-video, link di approfondimento) e svolgere attività individuali e di gruppo (webforum, chat, scricoll). In questo caso, lo studente interagisce con gli altri frequentanti e con i tutor, i quali forniscono informazioni di carattere generale sul piano di studi o seguono lo studente nella preparazione dei singoli insegnamenti. In particolare, i tutor disciplinari collaborano con i docenti e seguono le attività predisposte, rispondono entro le 24 ore (feste escluse) alle mail e sono reperibili telefonicamente due volte alla settimana. Inoltre sono presenti in chat audio-video un giorno alla settimana.

Per conoscere meglio il funzionamento delle didattica a distanza e capire come sono strutturati gli insegnamenti per le varie Facoltà, è possibile accedere all’ambiente come ospite.

Lo svolgimento delle attività a distanza permette di assolvere all’obbligo di frequenza ove previsto. Gli esami si sostengono nelle rispettive facoltà dell’Università di Macerata.

Per accedere ai corsi di laurea “a distanza” è necessario effettuare una registrazione all’ambiente compilando online il modulo disponibile sul sito.

Google+
© Riproduzione Riservata