• Google+
  • Commenta
26 settembre 2006

Obiettivo insegnamento

Una strada lunga e tortuosa spetta a coloro che hanno intenzione di intraprendere la carriera di insegnante. Dopo il tanto atteso e sospirato dipl

Una strada lunga e tortuosa spetta a coloro che hanno intenzione di intraprendere la carriera di insegnante. Dopo il tanto atteso e sospirato diploma, sembra di aver superato un grande ostacolo e la meta è ancor più vicina.
Senza però considerare che l’ostacolo è, sì superato, ma quanti ancora incroceremo sulla nostra strada!
L’entusiasmo è a 1000, il primo anno universitario ci ha riservato tante sorprese: nuove amicizie, nuovo ambiente, nuova realtà! Per non parlare di emozioni: ansie, gioie, paure, soddisfazioni, delusioni…
Un mix scoppiettante che rivoluzionerà completamente le nostre vite e i nostri interessi! Sono trascorsi tre anni, il desiderio di scappare dall’università prevale sull’obiettivo prefissato inizialmente… Finalmente la laurea!
E ora, l’unico desiderio è inserirsi e affermarsi nel mondo del lavoro! Sarà tutto semplice! E, anche in tal caso, l’entusiasmo è alle stelle. La laurea ci permetterà di introdurci in questo nuovo mondo!
Tanti colloqui, tante promesse, ma tutte realizzabili entro due anni: “La laurea triennale non basta, abbiamo bisogno di personale specializzato. E’, quindi, richiesto il 3+2!”
No, non siamo al supermercato credetemi: questa è solo una delle conseguenze della RIFORMA UNIVERSITARIA. I sacrifici fatti durante i primi tre anni ci spingeranno ad intraprendere questa nuova strada. E rieccoci alle prese con l’iscrizione,ma questa volta per la laurea specialistica… ancora un po’ ed è finita!
Sono trascorsi altri due anni e finalmente la nuova laurea… Le nostre aspettative sono maggiori e l’idea di insegnare ripiomba nella nostra mente, ma anche in tal caso c’è un piccolo problema: “Bisogna avere l’abilitazione!”
Cosa bisogna fare ancora? “Altri due anni per un nuovo corso chiamato SICSI”.
Tale corso, è a numero chiuso, per cui alcuni si vedranno costretti a tentare per più anni le prove di accesso, con conseguente allontanamento nel tempo del momento in cui potranno finalmente conseguire l’abilitazione…
Superate le prove di accesso e concluso il corso bisogna mettersi in graduatoria e sperare di essere chiamati.
Non mi resta che augurarvi un’interminabile in bocca al lupo!

Google+
© Riproduzione Riservata