• Google+
  • Commenta
27 settembre 2006

Policlinico federiciano: tangente filmata da “striscia”

“Mi vergogno, non ho parole. La risposta sarà di fermezza assoluta”. Queste le parole di sdegno del rettore della Federico II Guido Trombet

“Mi vergogno, non ho parole. La risposta sarà di fermezza assoluta”. Queste le parole di sdegno del rettore della Federico II Guido Trombetti, dopo aver visualizzato in diretta lunedì sera il filmato dello scandalo.
Si tratta di un videoclip registrato da “Striscia la Notizia” nel Policlinico partenopeo, dove una donna munita di telecamera nascosta ha permesso di documentare una prassi ben nota nella malasanità napoletana. La donna, su proposta di un impiegato all’accettazione, si fa accompagnare nell’ufficio del dottor Achille Indaco per spiegare la sua urgenza. La donna necessitava di un semplice certificato medico per un presunto figlio di dieci anni con problemi alla cervicale in seguito ad un tamponamento d’auto. Purtroppo i tempi di attesa prevedevano la visita a Novembre secondo l’accettazione, e quindi il rimedio per una visita immediata e soprattutto fantasma, sarebbe stato un “regalino” (così giustificato dal dottor Indaco). E allora la donna accetta la proposta, l’impiegato dell’accettazione mostra la banconota-regalo di cinquanta euro inserendola in un libro sulla scrivania del dottore, che accoglie con un sorriso la donna. Pochi minuti per spiegare il problema e il certificato è fatto: “Cefalea intensa, vertigini; il paziente ha bisogno di una cura a base di Fluxartene”.
La visita che non c’è mai stata, la tangente e la magnifica scalata dei tempi d’attesa della donna-esca sono stati documentati ed inviati in diretta tv lunedì 26 nella prima puntata della nuova edizione di “Striscia”, tra l’incredulità del rettore della Federico II che ha assicurato immediati provvedimenti.

Google+
© Riproduzione Riservata