• Google+
  • Commenta
29 settembre 2006

Roma: inizio studi in salute

Sta per ricominciare il solito tran tran per i giovani universitari fatto di levatacce mattutine, corsi, pranzo veloce, ancora corsi….ma in tutto

Sta per ricominciare il solito tran tran per i giovani universitari fatto di levatacce mattutine, corsi, pranzo veloce, ancora corsi….ma in tutto questo perché non approfittare e dedicarsi un po’ all’attività sportiva?Gli atenei “ Roma Tre” e “la Sapienza” hanno realizzato diverse strutture dislocate in varie zone della capitale per soddisfare il desiderio di ogni studente relativamente alla disciplina ambita.
Stiamo parlando del Cus, sorto intorno al 1945 per mano di alcuni studenti universitari che si mobilitarono al fine di creare una società sportiva in grado di agevolare la pratica sportiva tra gli studenti.. Le zone coinvolte sono molteplici: la prima è quella di Tor di Quinto dove sono installati campi da calcio e tennis ed una piscina per le varie attività acquatiche; il campo è situato in una zona semi centrale di Roma; un posto piacevole dove svolgere l’attività sportiva grazie alla presenza di deliziosi alberi di eucalipto. La superficie misura circa 15mila mq e comprende piste di atletica leggera e campi da calcio dove si possono frequentare dei corsi o semplicemente recarsi per l’allenamento. La seconda è il centro” le Torri “: due campi da calcetto ed uno da calciotto a disposizione di studenti universitari e docenti che vogliono mettersi alla prova, divertirsi ed organizzare tornei. Infine vi è la palestra in una zona adiacente alla città universitaria in cui maggiormente vengono svolti corsi di aerobica, body building, cardiofitness…

Quest’iniziativa è molto gradita agli studenti in quanto viene data loro la possibilità di tenersi in costante allenamento senza dovere spendere cifre esorbitanti date le basse quote di partecipazione rispetto a quelle richieste da qualsiasi altro centro sportivo.

Sono soprattutto gli studenti della Sapienza a frequentare il CUS ,molto probabilmente grazie alla comodità dell’ubicazione; i diversi frequentatori hanno affermato che la partecipazione a queste attività è un simpatico modo per socializzare e conoscere possibili compagni di corso con cui condividere l’impegno dell’anno accademico. Numerose sono le iniziative attivate, come i tornei di calcio che coinvolgono i maschietti di tutte le facoltà alimentando la loro passione calcistica, o le corse a staffetta.

Bisogna dunque solo spogliarsi della pigrizia iniziale della nuova stagione e recuperare forza ed entusiasmo per tuffarsi nello sport!

Google+
© Riproduzione Riservata