• Google+
  • Commenta
13 settembre 2006

Trento: focus sull’impresa sociale

Le politiche del welfare messe in atto negli ultimi anni si caratterizzano sempre più per il coinvolgimento dei privati, a cui viene spesso a
Le politiche del welfare messe in atto negli ultimi anni si caratterizzano sempre più per il coinvolgimento dei privati, a cui viene spesso affidata la gestione di numerosi servizi sociali, come l’assistenza domiciliare, l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate o la gestione degli asili nido. Gran parte di questi servizi sono gestiti da cooperative sociali o, in generale, da organizzazioni nonprofit che, grazie ad un pacchetto di nuove normative (soprattutto il decreto delegato 155/2006 sull’impresa sociale) possono vedere riconosciuto il loro ruolo imprenditoriale.
Proprio la nuova legge sul Terzo settore, che modifica radicalmente l’orizzonte del nonprofit in Italia, sarà uno fra i temi al centro del workshop “Impresa Sociale Anno Zero” che si terrà nei prossimi giorni – da giovedì 21 a sabato 23 settembre – al Centro Congressi di Riva del Garda. L’appuntamento, promosso dall’Istituto studi sviluppo aziende nonprofit dell’Università di Trento (ISSAN) e da Iris Network, l’associazione italiana degli istituti di ricerca sull’impresa sociale, si propone di fare luce sulle prospettive dell’impresa sociale in Italia, anche in relazione alle possibili politiche governative a supporto dello sviluppo del settore.
Ad annunciare in una conferenza stampa i contenuti e gli obiettivi di quello che si annuncia uno tra gli appuntamenti economici più interessanti dopo il grande successo del Festival dell’Economia, sono stati questa mattina Carlo Borzaga, presidente di ISSAN e preside della Facoltà di Economia, e Franco Panizza, assessore all’artigianato e alla cooperazione della Provincia autonoma di Trento che contribuisce a sostenere l’iniziativa insieme a Banca Intesa e Vita nonprofit magazine.
I lavori del workshop, giunto ormai alla sua quarta edizione, si apriranno proprio con un’analisi e una riflessione sulla riforma legislativa sull’economia sociale varata nei mesi scorsi. Tra le novità previste nell’ordinamento vi è, ad esempio, l’introduzione dell’impresa sociale come nuova figura giuridica e non più soltanto come categoria utilizzata nell’ambito del dibattito fra studiosi del settore. Si tratta di un riconoscimento importante e molto atteso per le numerose implicazioni che porterà con sé sul piano delle possibilità operative e degli obblighi per quelle organizzazioni – non più soltanto cooperative non profit, ma anche fondazioni bancarie o società di capitale – che saranno individuate come imprese sociali. Chi rientrerà sotto questa nuova dicitura dovrà, ad esempio, redigere annualmente un bilancio sociale e possedere un consiglio di amministrazione.
Il workshop di Riva del Garda chiamerà a raccolta i maggiori esperti di nonprofit a livello nazionale, che potranno confrontarsi con i rappresentanti dei ministeri dell’Economia e delle Finanze, della Solidarietà Sociale e dello Sviluppo Economico e i presidenti delle organizzazioni nazionali di rappresentanza del movimento cooperativo (Legacoop-sociali, Federsolidarietà, Compagnia delle Opere, Forum del Terzo Settore) sui cambiamenti che nel prossimo futuro interesseranno il settore nonprofit nel nostro Paese. Quali organizzazioni, ad esempio, avranno interesse a trasformarsi in impresa sociale e in quali settori dei servizi sociali potranno operare? Saranno previste dalla nuova legge delle agevolazioni fiscali? Quali politiche di incentivo saranno previste per sostenere l’impresa sociale?
Si tratta di risposte che evidentemente interessano molto gli operatori del settore. Lo dimostrano l’altissimo numero di iscrizioni per i lavori delle tre giornate (sopra ogni aspettativa) e la presenza di quasi duecento delegazioni da tutta Italia in rappresentanza del settore nonprofit, delle cooperative sociali, delle ONG e delle organizzazioni di volontariato.

Il programma del workshop è disponibile sul sito web:
http://www.irisnetwork.it

Per maggiori informazioni:
ISSAN – Università degli Studi di Trento
Via Inama, 5
tel. 0461/882295
pfontana@economia.unitn.it

Google+
© Riproduzione Riservata