• Google+
  • Commenta
29 settembre 2006

Trieste: convegno sullo studio del vuoto

Il Dipartimento di Fisica dell’Università di Trieste e la Sezione di Trieste dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare hanno organizzato p

Il Dipartimento di Fisica dell’Università di Trieste e la Sezione di Trieste dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare hanno organizzato per il prossimo martedì 3 ottobre, “PVLAS-DAY”. L’idea originale alla base di PVLAS è studiare sperimentalmente l’elemento vuoto, le cui proprietà magneto-ottiche vengono misurate con un ellissometro ad altissima sensibilità. Questo strumento è in grado di rivelare piccolissimi cambiamenti nello stato di polarizzazione di un fascio luminoso usato come sonda del mezzo da investigare. Le proprietà macroscopiche del vuoto possono essere legate a processi subnucleari come la diffusione fotone-fotone (prevista dall’elettrodinamica quantistica, ma mai osservata sperimentalmente), il cosiddetto “photon splitting” e la produzione di particelle leggere che si accoppiano a due fotoni. Durante le campagne di misura condotte presso i Laboratori Nazionali di Legnano dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, la Collaborazione PVLAS ha rivelato interessanti segnali compatibili con l’esistenza di nuove particelle leggere, mai osservate prima, accoppiate a due fotoni. Se confermata, questa interpretazione dei segnali di PVLAS avrebbe importanti conseguenze, sia per la fisica delle particelle, sia per l’astrofisica e la cosmologia. Per partecipare alla giornata che si terrà nell’Aula A del Dipartimento di Fisica (via Valerio 2, Trieste), bisogna registrarsi sul web entro il 2 ottobre alle ore 15.00 all’indirizzo www.ts.infn.it/eventi/PvlasDay/.

Google+
© Riproduzione Riservata