• Google+
  • Commenta
28 settembre 2006

Unimore: convegno di Diritto tributario

Gli orientamenti giurisprudenziali e i problemi aperti in materia di tributi degli Enti locali al centro di un corso di formazione ed aggiornament

Gli orientamenti giurisprudenziali e i problemi aperti in materia di tributi degli Enti locali al centro di un corso di formazione ed aggiornamento di diritto tributario, organizzato dal Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e dall’Associazione Magistrati Tributari. L’appuntamento a Modena venerdì 29 settembre 2006.

La facoltà di Giurisprudenza ed il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, in collaborazione con l’Associazione Magistrati Tributari, sezione provinciale di Modena e sezione regionale dell’Emilia Romagna, con il patrocinio del Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria, proseguono il corso di formazione ed aggiornamento a carattere tecnico-scientifico e culturale, che ha preso avvio lo scorso mese di marzo e che intende approfondire alcune fra le più recenti tematiche emerse in materia di diritto tributario.

Dopo i primi due appuntamenti dedicati all’analisi delle novità introdotte in materia di processo tributario e di alcuni profili applicativi in tema di IRAP, venerdì 29 settembre 2006 alle ore 14.45 presso l’Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza (Via Università, 4) a Modena verranno affrontanti “I tributi degli Enti locali: orientamenti giurisprudenziali e problemi aperti”. Illustri relatori appartenenti al mondo accademico, giudiziario e professionale tratteranno diversi aspetti della materia, soffermandosi sia sui profili sostanziali della fiscalità locale, che su alcune questioni processuali ed operative.

L’iniziativa, rivolta in primo luogo ai giudici tributari ed a quanti hanno uno specifico interesse per questa disciplina (avvocati, dottori commercialisti, ragionieri, consulenti del lavoro, dipendenti pubblici, ecc.), è di forte interesse anche gli studenti, che possono iniziare ad acquisire familiarità con questo importante settore del diritto. L’attenzione del territorio modenese e reggiano per questa importante serie di incontri è testimoniata dalla partecipazione di alcune delle realtà più significative del tessuto economico, e non solo, delle due città emiliane: la Provincia ed il Comune di Modena, l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di finanza, assieme agli Ordini degli avvocati e dei dottori commercialisti ed ai Collegi dei ragionieri e dei consulenti del lavoro di Modena e Reggio Emilia, così come tutte le principali Associazioni (Confindustria, Assopiastrelle, API, Confesercenti, CNA, LAPAM, Confcommercio).

“La fiscalità locale – ricorda la prof.ssa Maria Cecilia Fregni, Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia – fornisce ai cultori del diritto tributario diversi motivi di interesse, perché rappresenta una delle branche più antiche della materia e costituisce al contempo un settore in evoluzione, della cui importanza si è mostrato del resto ben consapevole negli ultimi anni anche il legislatore costituzionale. Il terzo seminario offre in particolare un’occasione di approfondimento di alcuni problemi recentemente emersi all’attenzione degli operatori, che avranno modo di ascoltare i pareri di autorevoli studiosi della materia. Merita segnalare al riguardo l’adesione data all’iniziativa dagli Enti locali, che recheranno un saluto attraverso il Sindaco di Modena prof. Giorgio Pighi”.

Il tema approfondito nel corso di questo incontro è di grande interesse ed attualità e tocca tutti i cittadini contribuenti: basti pensare alle molte questioni in materia di imposta comunale sugli immobili, o in materia di tassa sui rifiuti, che generano anche nelle nostre zone un notevole contenzioso. In attesa di una più ampia riforma della fiscalità locale, che sarà attuata, quando e se il legislatore deciderà di procedere veramente sulla via del federalismo fiscale, risulta quanto mai opportuno fare il punto con autorevoli esperti della materia su alcuni punti, anche formulando soluzioni concrete che possano essere portate all’attenzione del legislatore. L’Università rappresenta il luogo naturale, per la sua capacità di accogliere in modo “neutrale” istanze ed interessi molto diversi tra loro, se non contrapposti – in primo luogo l’interesse dell’Amministrazione finanziaria a “far cassa” e l’interesse del contribuente ad un prelievo fiscale non eccessivamente gravoso -, per avviare e mantenere vivo un dialogo obiettivo su temi “scottanti”.

L’incontro sarà aperto dai saluti del Rettore dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia prof. Gian Carlo Pellacani, del Presidente del Tribunale di Modena dott. Mauro Lugli, del Sindaco di Modena prof. Giorgio Pighi, del Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia prof.ssa Maria Cecilia Fregni, del Presidente dell’Associazione Magistrati Tributari – sezione Regionale Emilia Romagna avv. Daniela Gobbi, del Presidente dell’Associazione Magistrati Tributari – sezione Provinciale di Modena avv. Mirella Guicciardi. A presiedere sarà il prof. Francesco Tesauro, ordinario di Diritto tributario nell’Università di Milano-Bicocca.

Le relazioni saranno affidate al prof. Lorenzo Del Federico, ordinario di Diritto tributario nell’Università di Chieti-Pescara, che illustrerà alcune “Problematiche applicative e sostanziali in tema di fiscalità locale”; al dott. Mario Cicala, Consigliere presso la Corte di Cassazione e componente del Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria, che si occuperà de “Le entrate degli enti locali di fronte all’evoluzione del contenzioso tributario”; al dott. Aldo Scola, Consigliere di Stato e Presidente della Commissione Tributaria Regionale dell’Emilia Romagna, che tratterà “Le parti nel giudizio tributario, con particolare riguardo agli enti locali”; al dott. Ernestino Bruschetta, Vice Presidente di Sezione della Commissione Tributaria Provinciale di Modena, che si occuperà de “La nozione di area edificabile nell’ICI”; al dott. Roberto Cigarini, Vice Presidente di Sezione della Commissione Tributaria Provinciale di Modena, che riferirà su “La giurisprudenza della Commissione Tributaria Provinciale di Modena sull’ICI”. Seguirà la comunicazione della dott.ssa Luisa Marchianò, Dirigente del Servizio Tributi del Comune di Modena, su “La gestione dei tributi locali da parte del Comune”. Le conclusioni saranno affidate al dott. Ennio Attilio Sepe, Sostituto Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione e componente del Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria. Sono altresì previsti interventi scritti del dott. Massimo Crotti, Vice Presidente della Commissione Tributaria Provinciale di Reggio Emilia, su “La giurisprudenza della Commissione Tributaria Provinciale di Reggio Emilia sull’ICI”, e del dott. Pasquale Mirto, Dirigente del Servizio Tributi dell’Unione dei Comuni modenesi – Area nord, su “Il contenzioso sull’ICI: alcuni problemi aperti”.

Google+
© Riproduzione Riservata