• Google+
  • Commenta
2 ottobre 2006

L’università di Pisa scopre la Cina

L’università di Pisa sbarca in Cina per consolidare i contatti e gli accordi avviati con istituzioni e università del paese asiatiL’università di Pisa sbarca in Cina per consolidare i contatti e gli accordi avviati con istituzioni e università del paese asiatico, per stringere nuove collaborazioni e per partecipare alla fiera “World Leisure Expo” di Hangzhou, che quest’anno vede fra i suoi protagonisti la città di Pisa. L’importanza dell’iniziativa è testimoniata dalla composizione della delegazione dell’Ateneo che sarà Guidata dal rettore Marco Pasquali e dai protettori per i rapporti internazionali, Enrico Giaccherini, e per i rapporti con le imprese e il trasferimento tecnologico, Giancarlo Santoprete. Il viaggio dei rappresentanti dell’Università, compreso dal 25 settembre al 2 ottobre, ha in programma tre tappe principali. La prima sarà alla Tonji University di Shangai, uno degli istituti d’alta educazione più prestigiosi della Cina, con la quale sono gia stati attivati collegamenti diretti.La seconda tappa della visita riguarderà la città di Hangzhou. L’ultima meta della delegazione pisana sarà costituita dalla capitale cinese, Pechino, dove sono in programma incontri con i massimi rappresentanti delle locali comunità accademiche. L’obbiettivo degli incontri è quello di valutare le potenzialità d’alcuni progetti scientifici da sviluppare congiuntamente.

Google+
© Riproduzione Riservata