• Google+
  • Commenta
8 ottobre 2006

Parma: siglato accordo di cooperazione

Giovedì 5 ottobre, alle ore 10.30, presso l’Aula Magna del Palazzo centrale dell’Università si è tenuta la conferenza stampa

Giovedì 5 ottobre, alle ore 10.30, presso l’Aula Magna del Palazzo centrale dell’Università si è tenuta la conferenza stampa per la firma dell’accordo di cooperazione tra la Facoltà di Architettura dell’Università di Parma e l’Ecole National d’Architecture di Rabat.
A rappresentare le due istituzioni sono stati il Rettore dell’Università di Parma, prof. Gino Ferretti, e il Preside dell’Ecole National d’Architecture di Rabat, prof. El Montacir Bensaid, giunto a Parma accompagnato dalla prof.ssa Imane Benanni e dalla prof.ssa Myriam Belhoussein.
L’accordo è stato siglato alla presenza del Preside della Facoltà di Architettura, prof. Ivo Iori, e dei proff. Carlo Blasi e Paolo Giandebiaggi, docenti della Facoltà di Architettura che già dallo scorso anno sono impegnati in una fruttuosa attività di collaborazione con il Ministero della Casa e dell’Urbanistica del Marocco e l’Ecole National d’Architecture di Rabat.
Al termine della conferenza stampa, nel corso della lezione aperta al pubblico sul tema “Architettura in Marocco: patrimonio storico, sviluppo edilizio e Facoltà di Architettura” sono stati presentati i primi risultati di un progetto di recupero della Medina di Azzemour, realizzato in ambito didattico da otto studenti della Facoltà di Architettura di Parma sotto la guida del prof. Carlo Blasi. Il lavoro svolto è stato inoltre inquadrato nel panorama più generale dell’architettura e della didattica dell’architettura in Marocco.
Nella primavera dello scorso anno il Ministro della Casa e dell’Urbanistica del Marocco inviò una richiesta di collaborazione alla Facoltà di Architettura di Parma per la definizione di un programma di recupero e conservazione della Medina di Azemmour.
Azzemour è una cittadina posta a circa 80 km a sud di Casablanca in una bellissima posizione ambientale alla foce di uno dei principali fiumi del Marocco, in riva all’oceano Atlantico ed ha un centro storico (medina) ed una fortezza (kasbah) di notevole valore storico e architettonico. Il Governo marocchino intende, infatti, restaurare e rivitalizzare la cittadina, nell’ambito di un più ampio piano di sviluppo culturale e turistico (il Marocco ha attualmente un elevato tasso di sviluppo ed è in fase di rapida espansione edilizia ed economica).
Nel mese di ottobre 2005 il prof. Carlo Blasi ha effettuato una prima visita a Azemmour e ha tenuto una lezione al Ministero della Casa e dell’Urbanistica.
Nel mese di marzo otto studenti della facoltà di Architettura di Parma, accompagnati dal prof. Andrea Zerbi, sono stati ospitati dal governo marocchino per un mese e hanno effettuato un rilievo di parte della Medina. Al loro ritorno hanno redatto un primo progetto di recupero e conservazione di parte della casbah, che è stato l’argomento di alcune tesi di laurea in Architettura.

Google+
© Riproduzione Riservata